SPC con l'Anpi: "No alla riapertura della cripta di Mussolini a Predappio"

I consiglieri fiorentini di Sinistra Progetto Comune Bundu e Palagi si uniscono all'appello lanciato dall'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia


"Come Sinistra Progetto Comune e soprattutto come esseri umani siamo indignati dall'ipotesi di una possibile riapertura della cripta di Mussolini a Predappio, per poter 'portare beneficio alla ricettività del territorio, specie per bar e ristoranti', per usare le parole del sindaco Canali". Queste le dichiarazioni della capogruppo di Sinistra Progetto Comune Antonella Bundu e del consigliere Dmitrij Palagi, che proseguono: "Chi è attratto da questo tipo di offerta, non sarà di certo la famigliola di turisti che si mangia un panino, mentre fa una scampagnata sulla tomba di un assassino fascista, ma nostalgici del Duce che arriveranno, così come hanno fatto negli anniversari della marcia su Roma, della morte e nascita del criminale, per infangare la memoria di donne e uomini vittime del fascismo e per sfidare ancora una volta la Costituzione Italiana. Ci uniamo dunque all'appello dell'ANPI - concludono i consiglieri comunali di SPC - per chiedere alle autorità competenti di non autorizzare la riapertura della tomba del dittatore".

Redazione Nove da Firenze