​Sospettato di furto e molestie: arrestato mentre tenta di rubare una bicicletta

L’uomo è stato portato a Sollicciano. Denunciato per furto aggravato, danneggiamento e minacce a pubblico ufficiale


 Bloccato nel tentativo di rubare una bicicletta in piazza Annigoni. Fermato dalla Polizia Municipale, l’uomo è stato arrestato e, dopo la convalida del provvedimento cautelare avvenuta stamani, accompagnato nel carcere di Sollicciano. Ma da ulteriori accertamenti è emerso che l’uomo potrebbe essere anche l’autore di alcuni furti ad auto parcheggiate in zona e di molestie e minacce nei confronti di giovani donne.

Il fatto risale a ieri pomeriggio. Gli agenti del Reparto Antidegrado erano in piazza Annigoni per controlli nella zona quando hanno notato una persona china su alcune biciclette assicurate alla rastrelliera. Prima gli agenti l’hanno osservato da lontano per poi entrare in azione quando hanno visto che l’uomo, dopo aver sganciato il mozzo della ruota anteriore di una bicicletta, si allontanava portando via il mezzo e lasciando attaccata alla rastrelliera la ruota anteriore. L’uomo è stato fermato e, dato che era senza documenti, è stato accompagnato in via dell’Agnolo per accertamenti. Nel frattempo gli agenti sono stati raggiunti da un 24enne che ha dichiarato di essere il proprietario della bicicletta: il giovane ha quindi presentato regolare denuncia. L’autore del furto, un 44enne fiorentino già noto alle forze dell’ordine, è stato fotosegnalato presso il gabinetto di Polizia Scientifica e durante le fasi di identificazione non ha mai smesso di minacciare gli agenti.

Ma i guai per l’uomo non sono finiti. Gli agenti, a conoscenza di alcuni furti avvenuti domenica ai danni di alcune auto parcheggiate nella stessa zona, hanno contattato la Polizia Penitenziaria per avere le immagini delle telecamera dell’aula bunker. E da queste è emerso che l’uomo, tra l’altro con indosso gli stessi abiti, avrebbe commesso anche un furto ad almeno una delle auto. E potrebbe anche essere l’autore delle minacce e molestie raccontate da una 27enne fiorentina in una email inviata al sindaco Nardella. La giovane nel messaggio aveva riferito di uno spiacevole episodio avvenuto mentre era in zona con alcune amiche, ovvero delle minacce ricevute da un presunto parcheggiatore abusivo dopo il suo rifiuto di dargli del denaro.

Il 44enne è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato, danneggiamento e minaccia a pubblico ufficiale. Stamani il processo per direttissima in cui è stato convalidato l'arresto, in attesa prossima udienza l'uomo è stato portato nel carcere di Sollicciano

Redazione Nove da Firenze