Sicurezza stradale: controlli, multe e sequestri a Rifredi

Trovati dalla polizia municipale veicoli senza assicurazione e senza revisione e conducenti con patenti non in regola. Domenica 17 novembre in Palazzo Vecchio la Giornata Mondiale del Ricordo delle vittime della strada


Alla guida senza patente e senza assicurazione, oppure su veicoli privi di revisione: sono alcune fra le infrazioni scoperte dalla polizia municipale durante i controlli per garantire la sicurezza stradale in zona Rifredi. Lunedì mattina una pattuglia di Rifredi impegnata in servizi mirati per il controllo nella zona in via Baracca ha fermato un 35enne alla guida di un ciclomotore risultato scoperto da assicurazione: per il conducente è scattato un verbale da 868 euro ed il mezzo è stato sequestrato. Da ulteriori accertamenti gli agenti hanno scoperto che il 35enne non è titolare di patente e che, già nel 2018 era stato sanzionato per guida senza patente e che, sempre nel 2018, era stato denunciato perché trovato nuovamente alla guida di un veicolo. Trattandosi di ulteriore reiterazione l’uomo è stato nuovamente denunciato penalmente per guida senza patente.

Giovedì scorso sempre una pattuglia di Rifredi ha fermato in zona Novoli un ciclomotore risultato non revisionato dal 2013. Per il conducente è scattato un verbale de 346 euro ed il mezzo è stato posto sotto fermo amministrativa. Poco dopo la stessa pattuglia ha fermato un’autovettura risultata non assicurata: per il conducente è scattato un verbale da 868 euro e per il mezzo il sequestro.

Ieri pomeriggio in zona via Pistoiese un’altra pattuglia ha fermato una 24enne alla guida di un autoveicolo risultato non assicurato e non revisionato. Per la conducente sono scattati due verbali: uno da 868 euro per la mancanza di assicurazione ed uno da 173 euro per la revisione scaduta. Il mezzo è stato sequestrato.

Sempre ieri un’altra pattuglia di Rifredi ha fermato in via dei Vanni un autoveicolo condotto da una 55enne: da un controllo sui documenti è risultato che il veicolo era privo di copertura assicurativa e pertanto la donna è stata sanzionata con un verbale da 868 euro ed il mezzo sequestrato. Dai controlli effettuati presso la banca dati è risultato anche che la patente della donna era scaduta dal 2011 e che le era già stata ritirata. Pertanto per la donna è scattato un verbale la cui sanziona verrà stabilita dal Prefetto ed il mezzo è stato posto sotto fermo amministrativo per 3 mesi.

Domenica 17 novembre alle 11, nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si celebra la Giornata mondiale del Ricordo delle vittime della strada, riconosciuta anche dallo Stato Italiano. Il presidente del Consiglio comunale Luca Milani presiederà l'evento organizzato dal Comune di Firenze con l'associazione italiana familiari e vittime della strada in collaborazione con Odeia Teatro e associazione Toscana cultura.

Dal 26 ottobre 2005 la Giornata Mondiale è stata adottata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come “il riconoscimento adeguato per le vittime di incidenti stradali e le loro famiglie”. Da allora la Giornata Mondiale è stata commemorata in tutti i continenti non solo da parte delle ONG che sostengono la sicurezza stradale e le vittime della strada, ma anche da parte dei Governi e altre parti interessate.

“Sarà un momento di riflessione importante sulle persone che hanno perso la vita sulle strade. Come Amministrazione – sottolinea il presidente Luca Milani – siamo impegnati in modo trasversale dall’educazione nelle scuole ai controlli della Polizia Municipale fino ai lavori per rendere sempre più sicure le strade con interventi strutturali. La Giornata non può esaurirsi nel ricordo di chi ha perduto la vita sulla strada, ma deve promuovere concrete iniziative di prevenzione finalizzate alla riduzione dell’incidentalità: un percorso da compiere insieme, cittadini ed istituzioni. Questa città ha dato il via all'iter legislativo che ha portato alla realizzazione della legge sull'omicidio stradale ed è da sempre impegnata con progetti fattivi per promuovere la sicurezza stradale. Uno di questi è il progetto D.A.V.I.D. Credo – aggiunge Milani – che per limitare gli incidenti stradali occorra muoversi su due fronti: garantire una sede stradale ben mantenuta, e su questo fronte stiamo lavorando molto e, nello stesso tempo, ricordare attraverso campagne il divieto di assunzione di sostanze stupefacenti ed alcoliche dato che il loro uso può alterare lo stato di guida e diventare un pericolo per la propria vita e per quella degli altri. Deve essere contrastata la distrazione alla guida e – conclude il presidente Luca Milani – l’uso dei mezzi tecnologici per chi è al volante mentre occorre dare seguito, il prima possibile, alla nuova legge che prevede misure anti-abbandono per i bimbi in auto”.

L'appuntamento di domenica prevede la lettura scenica del testo “Il tempo spezzato”. Riduzione di alcuni scritti di Margherita Guidacci per la regia di Renzo Lenzetti con Sandra Bonciani, Donata Boretti, Flavio Maria Gueli, Andrea Pericoli, Zeno Renzi e Marcellina Ruocco con la partecipazione del coro drammatico Labad diretto da Gabriella Del Bianco e con Valentina Aiazzi, Cristina Bica, Maria Cristina Chiesi, Gabriella Del Bianco, Piero La Greca, Luigi Matrella e Gabriele Zetti. Musiche eseguite dal maestro Lorenzo Maria Sculteus. Accompagneranno la rappresentazione opere a carattere sacro di Antonio Ciccone, Cristina Falcini, Luigi Falai, Luciano Manara, anna Mercati, Vinicio Polidori, Diano Polo, Maila Stolfi.

Redazione Nove da Firenze