Sicurezza stradale: controlli mirati su assicurazioni e revisioni

La settimana scorsa le pattuglie della Polizia Municipale in servizio in numerose strade cittadine: quasi 1.700 i mezzi sottoposti a verifica, tre quelli sequestrati per mancanza di assicurazione. Maxi multa al proprietario di un veicolo in circolazione nonostante fosse sotto sequestro. Uso improprio di veicoli con targa straniera: sequestrata a Prato una Maserati


Cinque giorni di verifiche mirate in numerose strade cittadine con quasi 1.700 veicoli controllati, tre quelli sequestrati per mancanza di assicurazione e quattro le sanzioni per omessa revisione. È questo il resoconto dei controlli a tutela della sicurezza stradale effettuati da lunedì a venerdì scorso dalla Polizia Municipale. Le pattuglie dell’Autoreparto hanno effettuato accertamenti in via Baracca, via Pistoiese, viale Volta, via Firenzuola, via del Lasca, via Spontini, Ponte San Niccolò, via di Ricorboli, via Paganini, via Carlo Del Prete, viale Fanti, viale Malta, via Calvi, via De’ Barellai, viale Duse, viale Righi, via Pascoli, via Salviati, via Faentina, viale Milton, via Boccaccio, viale Redi, via Stradella. Complessivamente sono stati controllati 1.683 veicoli: per quanto riguarda le revisioni le multe sono state quattro (sanzione da 173 euro) mentre sono stati 29 gli inviti a presentare i documenti presso gli uffici di Polizia Municipale. Tre i mezzi per mancanza di assicurazione (con verbale da 868 euro e taglio di 5 punti-patente) e un invito a presentare i documenti alla Polizia Municipale. Nel corso delle verifiche gli agenti hanno scoperto anche un veicolo sottoposto a sequestro in circolazione (multa da 1.988 euro e ritiro della patente ai fini della sospensione, la cui durata sarà decisa dal Prefetto) e uno per il quale non era stato effettuato il trasferimento di proprietà entro i 60 giorni previsti (728 euro).

Il contrasto all’uso improprio di veicoli muniti di targa straniera, anche da parte della Polizia Municipale di Prato. Dall’inizio dell’anno sono infatti ben 32 i veicoli esteri, sequestrati o posti sotto fermo amministrativo per irregolarità legate alla circolazione sul territorio nazionale. Tra questi spiccano numerosi veicoli con valore economico sopra la media, quali Maserati, Porsche, Jaguar, Mercedes, Audi. Nei giorni scorsi è stata infatti la volta di una Maserati Levante, utilizzata da parte di C. W., cittadino cinese di 28 anni, residente in città. L’uomo è stato individuato da parte di una pattuglia di motociclisti, mentre era alla guida del veicolo di grossa cilindrata, prontamente segnalata nella zona di via Pistoiese da un collega fuori servizio. Gli agenti di piazza Macelli hanno subito accertato che la targa provvisoria tedesca apposta al veicolo era falsa. La pattuglia ha quindi accompagnato il conducente ed il veicolo in Piazza Macelli per gli approfondimenti del caso. Il cittadino cinese ha dichiarato di aver preso il veicolo a noleggio a lungo termine a Milano, e su questa base la Municipale ha iniziato a ricostruire la storia del veicolo, immatricolato per la prima volta in Germania, ma subito girato ad altro paese europeo e da qui in Italia dove non è mai stato immatricolato ma messo direttamente in circolazione, mascherato da veicolo in circolazione temporanea. Per i reati di falsificazione documentale la Polizia Municipale di Prato riveste un ruolo importante nel panorama nazionale, avendo strutturato da anni un laboratorio tecnico con strumentazioni all’avanguardia e con continui aggiornamenti professionali forniti alle pattuglie operanti sul territorio. Il cittadino cinese è stato quindi denunciato per uso di atto falso, le targhe sono state poste sotto sequestro penale, mentre il veicolo, con pochi mesi di vita e di ingente valore economico, è stato messo sotto sequestro amministrativo per la procedura di confisca ed acquisizione da parte dello Stato. Oltre al deferimento all’autorità giudiziaria il cittadino cinese è stato sanzionato per aver immesso in circolazione un veicolo non regolarmente immatricolato e assicurato. Gli accertamenti proseguono per ricostruire nel dettaglio la storia del veicolo, con le ulteriori responsabilità di eventuali terze persone, nonché per i possibili illeciti fiscali da parte del proprietario.

Redazione Nove da Firenze