Show di Galano, il Bari schianta l'Empoli. E' lotta play off

Il Palermo è una macchina con i congegni che vanno alla perfezione. Stop Siena


Anche la pratica Avellino viene archiviata con maturità e superiorità: dopo un primo tempo di studio i rosanero affondano nel secondo tempo con capitan Barreto e nei minuti finali con Bolzoni.

Colpo esterno del Cesena che supera la Ternana. In Umbria Succi spariglia il match, Antenucci tira alto il penalty del possibile pari, all'80' Coppola chiude i conti. Romagnoli ora terzi a un solo punto dall'Empoli, i giochi per la serie A diretta sono clamorosamente riaperti.


A seguire, un punto sotto il Cesena, stanno a braccetto Crotone e Latina.I pitagorici rischiano a Novara: in svantaggio per effetto della rete di Manconi nel primo tempo, pareggiano subito a inizio ripresa con De Giorgio. E rimangono in scia alle altre.Sale così il Latina che espugna il campo della sempre più pericolante Reggina (ormai più verso la Lega Pro che la salvezza) e continua il sogno della A. Il gol partita lo mette a segno il bomber Jonathas a pochi giri di lancette dalla conclusione e che manda in visibilio i tifosi scesi dal Lazio.


Crollo interno della Virtus Lanciano che si fa sorprendere dal Modena. I Canarini in trasferta non hanno fatto faville durante l'anno, ma in Abruzzo trovano il match perfetto e si portano addirittura sullo 0-3: Babacar, Rizzo e Granoche le firme modenesi. Amenta rende meno amaro il k.o dei rossoneri, il terzo di fila.

Frena anche il Trapani, sconfitto come sabato scorso e con tanti gol al passivo. Col Carpi è un continuo botta e risposta, con Ardemagni che chiama per i romagnoli e Pagliarulo che risponde per i siculi; Di Gaudio fa 2-1, Gambino pareggia ancora. Memushaj, al terzo di recupero, porta i tre punti in direzione di Carpi.

Dai sette gol di Carpi ai sei di Castellamare di Stabia. Le Vespe vengono superate da un buon Varese, corsaro per 4 reti a 2. Damonte, Oduamadi, Pavoletti e Forte i marcatori della squadra di Gautieri, per i campani solo due rigori entrambi messi a segno da Vitale, scuola Napoli.
Occasione persa in chiave playoff per lo Spezia, occasione persa in chiave salvezza per il Padova. I patavini chiudono addirittura col doppio vantaggio la prima frazione di gioco (Rocchi e l'ex Moretti con un bel pallonetto al volo); la ripresa vede invece la riscossa dei ragazzi di Mangia che accorcia con Giannetti e pareggia al minuto 90 con l'altro bomber ligure, Ebagua.

Tris del Brescia che manda in frantumi le residue speranze di playoff del Pescara di Marino. Negli ultimi 25 minuti le griffe di Caracciolo dal dischetto, Di Cesare ed il classe '95 Valotti a seguito di una bella discesa, doppia finta e palla a fil di palo.

La partita col Cittadella sarebbe dovuta essere una gara quantomeno abbordabile per il Siena di Beretta, vuoi per la differenza tecnica delle due rose, vuoi per la forbice di punti in classifica (16 punti tra le due, 24 quelli sul campo senza penalizzazione).Diventa invece un match stregato e per quanto il finale possa essere un pò bugiardo, il dato reale è quello: Cittadella batte Siena 1-0.È la Robur a prendere il comando del gioco, ma in attacco non c'è Rosina e manca la consueta classe degli uomini di punta, Rosseti su tutti. L'occasione buona arriva comunque al 27': atterrato in area Spinazzola, è calcio di rigore. Senza il fantasista ex Torino e Zenit si presenta Pulzetti, ma Pierobon (prossimo alle 45 primavere) ipnotizza il centrocampista. 0-0 il primo tempo, ancora pericolosi i bianconeri ma il colpo vincente non arriva.Prova a cambiare qualcosa Beretta, al quarto d'ora butta nella mischia il talento di D'Agostino ma a poco a poco il Siena cala e il Cittadella prende coraggio. Il minuto chave è il 75: di testa Spinazzola rischia l'autogol mandando di soffio in angolo, ma proprio sul seguente corner il neoentrato Coralli anticipa il suo diretto marcatore e batte Lamanna. Come da copione parte il forcing dei toscani ma Pierobon è insuperabile.Una giornata sbagliata può capitare, specie per chi aveva inanellato 8 risultati utili consecutivi e che comunque galeggia tra le posizioni importanti. Bisogna archiviare quanto prima questa sciagurata partita e pensare già alla prossima, in casa nello scontro diretto col Lanciano. Quella gara, sì, non si deve sbagliare.

In copertina questo turno ci va a pieno merito il Bari di Alberti. Il lunch match contro l'Empoli secondo in classifica è uno show per i 20 mila allo stadio San Nicola e fa spellare le mani per gli applausi. 3-0 per i Galletti, risultato secco, senza 'se' e senza 'ma'.Canonico 4-3-3 del mister dei pugliesi, ma non è il modulo a fare la differenza: è semplicemente il miglior Bari della stagione, trascinato da Galano, uno che coi piedi sa tirar fuori dei colpi che solo in pochi possono replicare in cadetteria. È il folletto pugliese a lanciare Sciaudone per il vantaggio al 22esimo minuto: il centrocampista goleador del Bari è freddo davanti a Bassi e non sbaglia.La reazione dell'Empoli allo svantaggio è soprattutto nelle conclusioni di Maccarone, ma Guarna fa buona guardia.Nel secondo tempo si dovrebbe assistere all'arrembaggio degli azzurri di Toscana, e invece la rete che si gonfia è ancora quella di Bassi: Nadarevic da sinistra mette al centro un bel pallone, ancora Galano stacca da terra e la sua rovesciata fa letteralmente esplodere il San Nicola. Standing ovation.l'Empoli a questo punto sparisce dal campo, i cambi di Sarri non scuotono i ragazzi in campo; è anzi Joao Silva a fare prima le prove del 3-0 con un tiro a lato di poco, poi, servito da Sciaudone, è stavolta implacabile e scrive anche lui il suo nome sul tabellino.Il resto è accademia, Alberti concede la meritata passarella a Galano e al triplice fischio il Bari si vede allo specchio forte, compatto dietro e cattivo più che mai avanti. La salvezza è ora un obiettivo facilmente raggiungibile, specie se si assiste a spettacoli del genere.

Claudio Mastrodonato. Ha collaborato GS.
Risultati
Palermo-Avellino 2-0
Brescia-Pescara 3-0
Carpi-Trapani 3-2
Cittadella-Siena 1-0
Juve Stabia-Varese 2-4
Novara-Crotone 1-1
Reggina-Latina 0-1
Spezia-Padova 2-2
Ternana-Cesena 0-2
V.Lanciano-Modena 1-3
Bari-Empoli 3-0

Redazione Nove da Firenze