Schiamazzi notturni a Firenze: Asciuti (Lega) attacca Palazzo Vecchio

Domanda d'attualità in Consiglio comunale con risposta ritenuta insoddisfacente dell'assessore Giorgetti: "Ha liquidato il tutto in quattro e quattro otto"


Gli schiamazzi notturni a Firenze, specialmente nel periodo estivo, sono sempre frequenti. Questo l'intervento a questo proposito del consigliere del gruppo Lega Salvini Firenze Andrea Asciuti.

"Nella seduta consiliare di lunedì scorso ho presentato una domanda d’attualità prendendo spunto da alcune situazioni di illegalità e malcostume che hanno trovato eco sulla stampa cittadina e sulle TV locali. Nella fattispecie si denunciava il perdurare degli schiamazzi e della musica a tutto volume nella cosiddetta “spiaggetta” di S. Niccolò, ricavata dal greto dell’Arno in corrispondenza dell’omonima torre. Si chiedevano nell’occasione anche delucidazioni sulla vicenda dell’appartamento con altana in Via dell’Agnolo occupato fin dal mese di giugno da turisti che fino alle 5 del mattino, incuranti di tutto e di tutti, sparavano musica a tutto volume. Infine si richiamava l’attenzione, per l’ennesima volta, sulle pericolose presenze di spacciatori e drogati nel sottopasso ferroviario di Rifredi, già in passato luogo di aggressioni.

La risposta dell’Assessore Giorgetti ha liquidato il tutto in quattro e quattro otto: una segnalazione per Rifredi, nessun riscontro per via dell’Agnolo, una serie di sanzioni nella notte fra il 14/15 luglio per i titolari della “spiaggetta”.

Tutto risolto? Parrebbe di no.

Perché se il direttore di un importante quotidiano cittadino scrive un corsivo intitolandolo “Tracce perdute di vigili urbani”, compaiono articoli di stampa dove, circa Via dell’Agnolo, si parla di segnalazioni dirette su Facebook con risposta a due assessori di Palazzo Vecchio, dando il tempo ai turisti maleducati ed arroganti di dileguarsi, si raccolgono firme con tanto di costituzione di comitato tra i cittadini prospicienti la “spiaggetta” ed infine se il sottopasso continua a costituire una minaccia per i cittadini tanto da essere oggetto di servizio televisivo di RTV38 e di articolo del Corriere online, significa che i tardivi o mancati interventi della Polizia Municipale mettono a nudo tutte le problematiche scaturenti dal modo in cui si amministra l’ordine pubblico e la legalità cittadina.

Le problematiche organizzative del benemerito corpo di Polizia Municipale nascono anche dal fatto che esso, per scelta politica, ha perduto da tempo il ruolo naturale di presidio difensivo della città e strumento di tutela dei cittadini. Grave anche il ritardo nella nomina del nuovo comandante da parte del Sindaco a cui va almeno riconosciuto l’onestà di aver pubblicamente ammesso le problematiche di cui sopra nella relazione di inizio mandato, quando ha parlato di vigili più vicini ai cittadini. Mentre l’Assessore Giorgetti parla unicamente di accuse ingiuste e non promuove proposte od iniziative (un esempio: la chiusura serale e notturna del sottopasso).

Il Corpo dei Vigili Urbani non è responsabile di tutto questo, lo è chi ne ha la titolarità politica ed amministrativa". 

Redazione Nove da Firenze