San Giovanni Valdarno: rinnovata la stazione ferroviaria

L’intervento di riqualificazione, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana con un investimento di circa 6.5 milioni di euro, è stato presentato oggi all’assessore regionale Ceccarelli, dal sindaco Vadi e dal direttore produzione Toscana di RFI Murgia


Inaugurata a San Giovanni Valdarno la nuova stazione ferroviaria, rinnovata e resa più facilmente accessibile. L’intervento di riqualificazione, realizzato da Rete Ferroviaria Italiana con un investimento di circa 6.5 milioni di euro, è stato presentato oggi all’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, dal sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi e dal direttore produzione Toscana di RFI Efisio Murgia.

"Il programma di riqualificazione delle maggiori stazioni toscane sta procedendo bene - ha detto l'assessore valutando l'esito dei lavori - questa mattina a San Giovanni vediamo una stazione profondamente rinnovata, resa accessibile anche ai diversamente abili, dotata di mappe sensoriali e percorsi tattili per non vedenti ed ipovedenti e di deposito bici per chi si sposta su due ruote oltre che per i cicloturisti. Quello che inauguriamo oggi è un bel biglietto da visita per la città".

Ceccarelli ha inoltre ricordato che la 'cura del ferro' che la Regione sta portando avanti con il potenziamento ed il miglioramento del servizio ferroviario in tutta la Toscana prevede non solo la riqualificazione delle stazioni, ma anche quella del materiale rotabile. "Con il nuovo contratto di servizio siglato con Trenitalia - spiega - abbiamo garantito il rinnovo totale del parco mezzi entro il 2024 per un investimento di circa 900 milioni. Negli ultimi 4 anni sono entrati in servizio oltre 80 nuovi treni ed altri 100 lo faranno nei prossimi anni. Dobbiamo sempre migliorare, ma mi sembra che siamo sulla buona strada e che i risultati del nostro impegno inizino ad essere tangibili".

Il rinnovamento della stazione di San Giovanni Valdarno è stato avviato nel 2017 ed è da poco concluso. Ha riguardato i fabbricati (interventi sulle facciate, rinnovo completo degli infissi e realizzazione di una nuova sala di attesa nell’atrio reso più ampio), i due marciapiedi a servizio dei binari 1 e 2/3 (alzati fino a 55 cm per facilitare l’accesso ai treni e collegati al sottopassaggio con scale fisse e due nuovi ascensori), il sottopassaggio (dove sono stati installati rivestimenti e pavimentazioni in gres), i servizi igienici (dotati anche di attrezzature per viaggiatori con ridotta capacità motoria e di una nursery), gli impianti di illuminazione, gli sportelli della biglietteria.

Anche la piazza esterna ha subito interventi ed è stato realizzato un parcheggio biciclette coperto, dotato di 86 posti e direttamente collegato con la viabilità esterna.

A seguito di una convenzione stipulata da RFI con il Comune di San Giovanni Valdarno, sarà a breve reso completamente accessibile anche l’accesso dal parcheggio comunale di Via Vetri Vecchi, che sarà collegato con il sottopassaggio ferroviario da un nuovo ascensore panoramico in acciaio e vetro coperto da una apposita pensilina.

Redazione Nove da Firenze