Rubrica — In cucina

San Casciano dei Bagni, la sagra dei pici compie 50 anni

Nella frazione Celle sul Rigo fino al 26 maggio gastronomia, musica e tombola. Una tradizione che si perde nel tempo e fa da collante a questa comunità


CELLE SUL RIGO (SAN CASCIANO DEI BAGNI SIENA) - La sagra dei pici compie cinquant’anni in scioltezza, ed entra nel vivo: l'appuntamento continua fino al 26 maggio. Il programma, oltre all'apertura dello stand gastronomico prevede, sabato 25, la discoteca con il dj Roberto Rossi, direttamente dalle più famose piazze d’Italia. Domenica è una giornata speciale. La Sagra apre i battenti alle ore 11. Dopo un’ora iniziano ad essere serviti pici e prodotti locali, quindi, nel pomeriggio (ore 17) ecco l’esibizione della Filarmonica di Celle sul Rigo e la tombola con ricchi premi (ore 18). Dopo la cena, il gran finale: serata danzante con “Deborah e i Pino Band”.

Le vere protagoniste dell’evento, oltre ai pici, sono le donne di Celle sul Rigo, nel Comune di San Casciano dei Bagni, che per cinque lustri hanno lavorato instancabilmente. Chissà quante ne stanno realizzando ancora, rigorosamente a mano, tenendo viva una tradizione che si perde nel tempo e che fa da collante a una comunità. Intorno alla sagra ci sono dialogo e complicità, il confronto tra intere generazioni e con chi è arrivato da lontano: tutte le donne di Celle trovando nell’arte di “appiciare”, tramandata di generazione in generazione, un legame profondo. Nata per sostenere economicamente la locale Società filarmonica, la manifestazione dedicata a questa specie di spaghetto dal largo diametro, poroso e irregolare, è diventata un rito immancabile in questo angolo di confine, a sud della provincia di Siena. 

Redazione Nove da Firenze