"Donne in vetrina": Roberto Salvini si dimette da presidente della Commissione Controllo

L'ex leghista era finito nella bufera per la sua proposta di rilancio del settore termale


(DIRE) Firenze, 14 ott. - Il consigliere regionale del gruppo Misto Roberto Salvini ha rassegnato le dimissioni da presidente della commissione Controllo dell'assemblea Toscana. L'esponente ex Lega era finito nella bufera a seguito della sua proposta, avanzata nel corso di una riunione della commissione Sviluppo Economico, di rilanciare il settore termale puntando anche sulle donne in vetrina e la regolamentazione della prostituzione. Una sortita che gli è costata la sospensione dal Carroccio e la fuoriuscita dal gruppo leghista.

I consiglieri della commissione Controllo, si apprende ancora, sono convocati per dopodomani dal vicepresidente dell'organismo, Andrea Pieroni (Pd), per la presa d'atto del passo indietro di Salvini e la designazione del suo successore. La carica, trattandosi di una commissione di garanzia, dovrebbe toccare a un esponente della minoranza consiliare. "E' una cosa normale - spiega alla Dire Roberto Salvini -, la carica tocca al maggior partito di opposizione e non potevo più mantenerla rappresentando adesso un solo consigliere. La decisione, dunque, e' una conseguenza del mio passaggio al gruppo Misto". (Cap/ Dire)

Redazione Nove da Firenze