S. Casciano, emergenza ordigni conclusa

Le 44 famiglie evacuate possono rientrare nelle loro case. Il sindaco Ciappi: "Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato"


SAN CASCIANO IN VAL DI PESA, 12 dicembre 2019. Il Comune ha predisposto l'ordinanza che stabilisce il rientro delle famiglie evacuate da via Borromeo, area di rinvenimento di oltre 20 ordigni bellici. 

Le operazioni di rimozione di tutti i proiettili effettuate dagli artificieri del Genio Ferroviere di Castel Maggiore si sono appena concluse. Le famiglie interessate potranno dunque tornare definitivamente nelle loro abitazioni a partire dalle ore 14.

L’amministrazione comunale informa altresì che la strada resterà chiusa al transito dei veicoli e potrà essere percorsa solo dai pedoni. Dalle 20 circa è prevista l’apertura dell’istituzione del senso unico alternato. 

Dalle ore 14 sarà ripristinato inoltre il normale flusso di circolazione di via Don Pellizzari. 

E’ stato un lavoro di squadra, si sono intrecciate competenze e disponibilità – dichiara il sindaco Roberto Ciappi - rivolgo un caloroso ringraziamento a tutti coloro che ci hanno aiutato ad affrontare questa emergenza inaspettata mi riferisco al supporto prezioso della Protezione Civile di San Casciano e di Mercatale, a La Racchetta con le sezioni di San Casciano e Scandicci, alle forze dell'ordine, agli artificieri, ai Carabinieri ed in particolare al capitano di Compagnia di Scandicci, il maggiore Gianfranco Cannarile, il maresciallo Fabio Meli della Stazione di Comando di San Casciano, la Polizia Municipale di San Casciano, l'Auser, i dipendenti comunali, le strutture ricettive che subito si sono rese disponibili ad ospitare gli evacuati e tutti coloro che ci hanno aiutato a mettere in campo l'evacuazione di oltre 100 persone dalle loro abitazioni a causa del ritrovamento di oltre20 ordigni bellici in via Borromeo”.

Redazione Nove da Firenze