Rivoluzione della sosta a Firenze: via libera ufficiale della giunta

​Un bollino di colore diverso per ogni zcs per consentire il parcheggio libero ai residenti nelle strisce blu a sosta promiscua. L’assessore Giorgetti: “Bollini dal 30 marzo". Nella zcs 1 portato da 1,5 a 2 euro il costo della prima ora non frazionabile


Un bollino di colore diverso per ogni zcs per consentire il parcheggio libero ai residenti nelle strisce blu a sosta promiscua. E’ quanto prevede la delibera approvata dalla giunta comunale su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e anticipata ieri dal sindaco Dario Nardella. Una rivoluzione che riguarda le aree immediatamente esterne alla ztl in cui vige una regolamentazione della sosta che vede tre tipologie di parcheggio: le strisce bianche riservate ai residenti delle singole zone, le strisce blu promiscue in cui i residenti delle singole zone possono parcheggiare gratuitamente e le strisce blu a rotazione veloce che sono a pagamento per tutti (tranne che per i residenti delle singole zone in orario 18-9). Con la delibera appena approvata si dà mandato agli uffici di predisporre tutti gli atti necessari perché, a partire dal 30 marzo, i residenti delle zcs possano parcheggiare nelle strisce blu a sosta promiscua indipendentemente dalla zona di residenza. “Si tratta di una rivoluzione – sottolinea l’assessore Giorgetti – che rispetta un impegno preso dal sindaco in campagna elettorale. Per ogni settore della zcs sarà realizzato un bollino oppure una vetrofania di colore diverso in modo da poter semplificare il controllo”. Grazie al colore infatti sarà subito evidente se il veicolo è di un residente in una zcs autorizzato a parcheggiare gratis nei posti destinati alla sosta promiscua; oppure se si tratta di un residente della zona di riferimento che invece può sostare anche nelle strisce bianche. “Questa rivoluzione non danneggerà i residenti delle singole zcs perché avranno a loro completa disposizione i posti con le strisce bianche e perché saranno potenziati i controlli effettuati dalla Polizia Municipale” aggiunge l’assessore.

Chi vorrà usufruire della possibilità di parcheggiare gratuitamente anche nella altre zcs dovrà dotarsi del bollino, in caso contrario se l’automobilista ha intenzione di sostare soltanto nella sua zona di residenza sarà sufficiente, come oggi, esporre la fotocopia della carta di circolazione. Per il rilascio del bollino sarà richiesto un contributo di 10 euro pari al valore del costo. Saranno gli sportelli SAS che già oggi rilasciano i permessi ztl a occuparsi anche della consegna dei bollini delle zcs.

Con l’occasione è stata modificata anche la tariffa della sosta nella zcs 1 (quella immediatamente a ridosso del centro in ztl) portando da 1,5 a 2 euro il costo della prima ora non frazionabile. 

Redazione Nove da Firenze