Ritrovato di notte grazie al drone anziano scomparso a Monte San Savino

L'uomo si era allontanato da una casa di cura ma i vigili del fuoco grazie alla moderna tecnologia lo hanno individuato e portato in salvo


Nella notte tra il 12 e il 13 agosto i vigili del Fuoco hanno coordinato le ricerche di una persona che si era allontanata da una casa di cura a Monte San Savino. Sul posto sono state inviate le squadre del comando supportate dall’unità di comando locale (UCL), dagli esperti SAPR (Sistema Aeromobili a Pilotaggio Remoto) di Firenze e Siena e dal nucleo cinofili. 

Risolutivo è stato il sorvolo effettuato con il drone. Grazie alla termocamera è stato infatti possibile individuare l'uomo che si era smarrito a circa 300 metri dalla struttura che lo ospitava. Una volta individuata la persona, sono state fornite le coordinate geografiche alle squadre di terra che, in brevissimo tempo, l’hanno raggiunta e trasportata, a bordo di un mezzo fuoristrada, in un luogo sicuro dove è stata affidata al personale sanitario per i controlli di routine.

Redazione Nove da Firenze