Ritorna all'ingresso di Firenze L'Uomo della Pioggia di Jean Michel Folon

Foto di Massimo Meoni
Foto di Massimo Meoni

Il progetto definitivo: una casa sicura per l'opera donata alla città nel 2002 in occasione del Social Forum


 Il progetto che ha portato al restauro della statua di Jean Michel Folon tanto amata dai fiorentini, definisce gli accorgimenti strutturali per la ricollocazione dell'opera. 
A gran richiesta tornerà nella sua originaria ubicazione, nella rotonda a Firenze sud che, ad onor del vero, nel 2003 doveva essere solo provvisoria, come ha spiegato alla commissione l'ingegner Michele Mazzoni.

Il difficile restauro, visto che è già la quarta volta che si interviene sull'opera distrutta a causa di incidenti stradali, si è concluso da qualche mese ad opera della Galleria Frilli di Firenze.

L’Uomo della Pioggia sarà rimontato su di un piedistallo, una pedana rialzata di circa 80 centimetri rispetto alla fontana nel mezzo della rotonda che lo proteggerà da eventuali altre macchine in caso di sinistri che dovessero ripetersi in futuro.
Verrà inoltre rialzato il bordo della vasca e portato a 40 cm il cordolo sottostante. Ma il progetto per il ritorno della statua di Folon di fronte al Tuscanyhall, appena approvato in via definitiva da Palazzo Vecchio e previsto per gli inizi del 2019, porterà con sé anche un altro paio di novità.

Non solo la nuova illuminazione sui due lati, con un importante miglioramento dell'illuminazione in particolare sull'attraversamento pedonale. Al lato marciapiede sarà collocato anche una ulteriore palo che illuminerà ancora meglio la statua di Folon e vi sarà sarà posizionata anche una telecamera che controllerà il traffico e forse, in via di definizione, anche un autovelox

Redazione Nove da Firenze