Rissa ieri sera in piazza Stazione

Un fermato dalla Polizia municipale. Il Consigliere regionale e candidato a sindaco di Firenze Paolo Marcheschi (Fdi) interviene dopo l’ennesimo episodio. Il deputato Toccafondi: "A Firenze aspettiamo ancora il ministro dell'interno"


Le pattuglie della Polizia municipale sono intervenute nel tardo pomeriggio di ieri in piazza Stazione per una rissa avvenuta sul lato della rampa taxi. Una persona è stata fermata; due agenti della Polizia municipale sono rimasti contusi. Il fermato, dopo aver girato con i pantaloni abbassati nella piazza, ha poi aggredito a pugni e calci un passante. Il soggetto si è poi scagliato con violenza contro gli agenti della Polizia Municipale in servizio nella piazza, procurando contusioni a due di loro. Già a gennaio scorso il soggetto, maggiorenne, era stato trovato in possesso di droga e denunciato per violenza a pubblico ufficiale sempre nell'area stazione. Gli agenti hanno portato a conclusione il fermo dell’uomo, che sta bene. In serata il pm ha disposto l’arresto dell’uomo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

“Solidarietà e vicinanza agli agenti feriti”, è stata espressa dall’assessore alla Polizia municipale Federico Gianassi che ha contattato telefonicamente gli agenti contusi. “Ringrazio la Polizia municipale - ha aggiunto Gianassi- per il lavoro quotidiano che svolge per il rispetto delle regole e la vivibilità della città”.

Firenze è sempre più in mano alla delinquenza, bande organizzate o “cani sciolti” che si fanno beffe di leggi e regole, gettando la nostra città nella paura e ansia continua. L’aggressione di piazza dei Ciompi era solo la punta dell’iceberg. Stamani, nella tabaccheria “Giulia” di via Toselli, hanno fatto irruzione due maghrebini ubriachi che volevano compiere una rapina e hanno preso a pugni la titolare. In suo soccorso si sono precipitati gli altri negozianti della zona prima dell’arrivo dei carabinieri. La donna è stata portata in ospedale in evidente stato di choc -dichiara il Consigliere regionale e candidato a sindaco Paolo Marcheschi- Da tempo propongo la creazione di squadre miste pubblico-private di “City Angels” per controllare il territorio e dare sicurezza ai cittadini. Intanto cosa aspetta il sindaco Nardella a impiegare la polizia municipale nelle piazze e strade più a rischio?. Dai dati diffusi dal Ministero dell’Interno Firenze è ai primi posti in Italia per spaccio e colpi nei negozi” domanda Marcheschi.

“Che Matteo Salvini apprezzi le bellezze di Firenze, i vini e i ristoranti non può che farci piacere. Fa meno piacere vedere che il Ministro dell'Interno dopo tante promesse da Firenze sia scomparso senza mantenere gli impegni presi nei confronti dei fiorentini” così Gabriele Toccafondi commenta la gita a sorpresa di Salvini dell'altro giorno a Firenze. ”Le cronache raccontano che Salvini era a Firenze perché voleva mangiare sushi – dice Toccafondi -, ma non ha incontrato i suoi referenti leghisti e tanto meno il presunto candidato sindaco del centrodestra (che quindi evidentemente non è il candidato della Lega. Però ha pranzato con i Biondi Santi, quelli del vino, che ovviamente, ci hanno tenuto a far sapere che gli hanno donato una bottiglia. Bene. Ma il Ministro dov'era?” “A Firenze mancano 250 agenti in organico. Abbiamo bisogno di leggi che garantiscano certezza della pena anche per gli spacciatori che oramai stanno in galera per meno di 24 ore. Due giorni fa abbiamo dovuto subire scontri tra forze dell'ordine e ultras dell’Atalanta con 5 agenti feriti. E mentre Salvini viene a Firenze a mangiare sushi e a ricevere una bottiglia di vino, i fiorentini si stanno chiedendo che fine abbia fatto il Ministro dell'Interno” conclude Toccafondi.

“Con grande stupore apprendiamo dal vicepresidente del consiglio regionale Marco Stella che i 10 punti del programma di Forza Italia in tema di sicurezza coincidono con le azioni già realizzate dalla giunta del sindaco Nardella e in corso di completamento. E’ comprensibile che un centrodestra ancora senza candidato sindaco cerchi di far parlare di sé in qualche modo, ma così sfiora il ridicolo”. Così il capogruppo Pd in Consiglio comunale Angelo Bassi commentando il programma presentato dal coordinatore fiorentino di Forza Italia Marco Stella ieri in piazza San Lorenzo. “Dall’aumento del numero di agenti nelle strade, all’introduzione del vigile di quartiere, dalla nomina di un assessore per la sicurezza, fino all’aumento delle telecamere e ai corsi di autodifesa per le donne – ha proseguito Bassi -: tutte azioni sulle quali questa Amministrazione ha già portato importanti risultati e sulle quali sta continuando a lavorare ogni giorno. Il coordinatore Stella apprezza e propone anche un progetto per la sicurezza nelle abitazioni del tutto analogo a quello lanciato dal sindaco Nardella e che lunedì 4 marzo sarà presentato alla stampa in Palazzo Vecchio. A questo punto – ha concluso Bassi -, lo invitiamo a partecipare alla conferenza stampa, ma al tempo stesso lo esortiamo a mettersi d’accordo con quanti nel suo partito hanno bocciato questa iniziativa del sindaco. Potrebbe essere un inizio per il centrodestra per provare a trovare una sintesi, almeno su questo”.

Redazione Nove da Firenze