Recupero post operatorio e dei traumi: nuovo sistema terapeutico al Serristori

Il Calcit Valdarno dona all'ortopedia un apparecchio con tecnologia innovativa


Firenze – Un nuovo sistema terapeutico per il trattamento post operatorio della chirurgia protesica e dei traumi del ginocchio, per favorire e accelerare la guarigione: è la nuova strumentazione che da qualche giorno viene utilizzata presso la struttura di ortopedia dell’ospedale Serristori diretta da Federico Cuccuini, grazie alla donazione da parte del Calcit Valdarno Fiorentino di un apparecchio che abbina sinergicamente l’innovativa tecnologia di compressione attiva e un circuito di scambio del freddo.

L'apparecchio è composto da una unità di controllo dotata di microprocessore e da una serie di bendaggi ergonomici che vengono applicati al ginocchio nel postoperatorio, coniugano il lavoro e i benefici della compressione e del freddo, diminuendo il dolore, riducendo sia il sanguinamento sia la formazione di gonfiore post operatorio, migliorando il drenaggio linfatico e il flusso di sangue e, così facendo, favorendo la ripresa. “Ringraziamo il presidente Bruno Bonatti e tutto il Calcit per questa donazione – dichiara Federico Cuccuini – I medici e il personale sanitario che operano in ortopedia al Serristori, già virtuosi nei tempi di degenza post operatoria effettuando da anni metodiche di fast-track, hanno ora a disposizione uno strumento in più per accellerare il recupero”.

Redazione Nove da Firenze