Rubrica — Editoria Toscana

Premio Letterario Vallombrosa, ecco i finalisti

Premio Vallombrosa, una immagine di repertorio

Di Ferrantini, Fratus e Zovi i tre libri prescelti. Quest'anno coinvolte anche le scuole Agnoletti, Balducci e Machiavelli-Capponi. Sabato la premiazione all'Abbazia


Firenze 23 maggio 2019 - “Non siamo che alberi” di Filippo Ferrantini, “Il bosco è un mondo” di Tiziano Fratus e “Alberi sapienti antiche foreste” di Daniele Zovi sono i tre libri finalisti dell’edizione 2019 del Premio Letterario Vallombrosa (www.premiovallombrosa.org), promosso dal Rotary Club Firenze Valdisieve.

La terna dei candidati è stata ufficializzata oggi nella sede del Consiglio regionale della Toscana.

I libri sono stati selezionati fra una rosa di undici testi, proposti da librerie indipendenti fiorentine, sul tema del bosco, proposto per questa edizione del Premio. Le librerie coinvolte sono: Alfani, Alzaia, Cuccumeo, Florida, Fortuna, L’ora blu, La Cité, Libreria dei Lettori, Menabò, On the Road, Punti fermi.

La premiazione avverrà sabato 25 maggio 2019 presso l’Abbazia di Vallombrosa, dove una giuria composta da letterati e da persone della società civile conferirà un premio in denaro, che il vincitore può devolvere a una Onlus a sua scelta.

Il Premio, che da anni opera per la promozione del territorio di Vallombrosa, il sostegno alla cultura e la valorizzazione dei giovani, da quest’anno inizia un nuovo percorso di coinvolgimento delle scuole, portando avanti un progetto di alternanza scuola lavoro con tre classi terze di tre istituti di Firenze e provincia: il liceo Agnoletti di Sesto Fiorentino, il liceo Balducci di Pontassieve, il liceo Machiavelli-Capponi di Firenze.

A ogni liceo è stato assegnato uno dei libri finalisti al premio: dopo aver letto il libro, la classe ha incontrato uno degli autori e ha ideato un pacchetto promozionale - comunicazione, pubblicità, video, intervista, booktrailer o altro – per porre il proprio candidato in luce rispetto agli altri.

L’obiettivo, oltre a quello di promuovere la lettura, è stato quello di far comprendere agli studenti come gli strumenti a loro disposizione, per esempio i social network da loro quotidianamente utilizzati, possano essere impiegati per scopi commerciali e di comunicazione.

Fratus è stato al Machiavelli-Capponi il 9 marzo scorso, Zovi al Balducci il 14 marzo e Ferrantini all’Agnoletti il 16 marzo.

I tre progetti, presentati dalle scuole, saranno anch’essi giudicati dalla giuria e premiati con la donazione di attrezzature scolastiche acquistate dal Comitato Vallombrosa del Rotary Club Firenze Valdisieve.

Il Premio Letterario Vallombrosa, promosso dal Rotary Club Firenze Valdisieve, ha visto negli anni premiati insigni scrittori quali Luciana Castellina (2014), Vinicio Capossela (2016), Carmine Abate (2017) e il premio Strega Paolo Cognetti (2018).

La giuria è composta da: Vincenzo Sorelli, Presidente Rotary Club Firenze Valdisieve; Angelo Rabatti, Presidente Commissione Rotary Premio Vallombrosa; Luca Governini, Presidente Rotaract Firenze Centenario; Carmine Abate, Scrittore; Paolo Ciampi, giornalista e scrittore; Giorgio Boatti, scrittore, finalista dell’ultima edizione del Premio Letterario Vallombrosa; Paolo Cognetti, scrittore, vincitore dell’ultima edizione del Premio Letterario Vallombrosa; Marco Mizza, Priore dell’Abbazia di Vallombrosa e Alberto Severi, giornalista e autore teatrale. Il Presidente onorario è Eugenio Giani, Presidente del Consiglio regionale della Toscana.

Redazione Nove da Firenze