Pregare insieme, in diretta social, in tempo di Coronavirus

Gli Agostiniani di S. Spirito: "A parte l’Angelus, le altre preghiere potrete condividerle con noi attraverso Facebook"


VIDEO — "Per diversi giorni non potremo pregare insieme fisicamente, ma grazie ai mezzi di comunicazione moderni, possiamo continuare a farlo". Questo il messaggio di Padre Giuseppe Pagano, Priore della Comunità Agostiniana di Santo Spirito in Firenze. Un messaggio rivolto a tutti i fedeli che in questo periodo di Coronavirus non possono partecipare alla Messa. "Quando la mattina alle 8 sentite le campane - prosegue Padre Giuseppe Pagano - , la nostra Comunità inizia, dopo il saluto all’Eucarestia, la preghiera dell’Angelus con l’Ufficio delle letture. Le campane delle 8.30 annunciano la preghiera delle lodi. Alle nove suoneranno ancora le campane per dare inizio all’Eucarestia. Al momento della comunione reciteremo la preghiera per la comunione spirituale. Sappiamo che è un grande sacrificio per voi non poter partecipare all’Eucarestia, ma sentitevi in comunione con il Signore e continuate a sentirvi parte della Chiesa.Le campane delle 12 vi invitano a ritrovarvi in preghiera come famiglia per recitare l’Angelus.Infine le campane delle 17.30 annunciano l’inizio del canto dei VespriLa bella notizia - sottolinea il Priore - è che (a parte l’Angelus), le altre preghiere potrete condividerle con noi attraverso Facebook. Vi siamo vicino e vi vogliamo bene e offriamo ogni giorno la nostra preghiera per voi, le vostre famiglie, amici, per gli ammalati e i cari defunti".

.

Redazione Nove da Firenze