Prato: scritte minatorie contro il sindaco Biffoni sulla facciata del Palazzo Comunale

La Polizia Municipale visionerà i filmati delle telecamere. A Firenze una pattuglia in borghese in moto blocca i due writers. Sanzionati un 18enne italiano ed un suo coetaneo russo


Scritte minatorie contro il sindaco Biffoni sono state trovate sulla facciata del Palazzo Comunale di Prato, sul lato dell'entrata dell'albo Pretorio. A caratteri squadrati di colore nero la scritta "Biffoni stai molto attento" è stata trovata nella mattinata di oggi, lunedì 20 agosto. Immediatamente sono state allertate la Polizia Municipale e la Questura. La Polizia Municipale visionerà le immagini delle telecamere installate all'esterno del Palazzo per individuare il responsabile.

Pensavano di sfregiare un muro del Comando della Polizia Municipale di Porta al Prato con alcune scritte, ma la loro bravata non è passata inosservata a una pattuglia in moto borghese dell’Autoreparto: è successo sabato pomeriggio intorno alle 17.30. Una pattuglia in servizio in moto borghese, transitando dal Piazzale di Porta al Prato, ha notato all’altezza del passo carrabile del Palazzo Guadagni due giovani che stavano scrivendo sul muro. Immediatamente i ragazzi sono stati raggiunti e bloccati ed accompagnati all’interno del Palazzo. Gli agenti, grazie anche alle immagine riprese dalle telecamere di video sorveglianza , hanno ricostruito i fatti. I due giovani, usando un pennarello indelebile di colore blu, avevano scritto sul muro della sede del Comando “Mental desorder” e “Acab”. Per i due giovani, uno italiano ed un russo, entrambi diciottenni residenti a Firenze, è scattato un verbale da 160 euro ai sensi del regolamento comunale. La Centrale operativa della Polizia Municipale ha poi trasmesso comunicazione all’azienda di smaltimento rifiuti Alia per la cancellazione delle scritte che, per l’intervento, richiederà il rimborso ai due giovani.

Redazione Nove da Firenze