Pisa Half Marathon 2020: tutto quello che c'è da sapere

Domenica 11 ottobre l'atteso appuntamento. Con partenze a onde


La XIV edizione della Pisa Half Marathon è in programma l'11 ottobre 2020. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Sportiva Leaning Tower Runners in collaborazione con l’Associazione Per Donare la Vita ONLUS. Come sempre le finalità sono befeniche, a favore della donazione degli organi e dei tessuti a scopo di trapianto.

La prima novità è quella che la gara si disputerà. Il momento storico non facilita iniziative di questo genere, perciò è importante per prima cosa ringraziare chi lo ha reso possibile. Il Comitato Organizzativo ringrazia il Comune di Pisa, la Prefettura, e la Questura per essere sempre stati disponibili al dialogo e per aver, infine, approvato lo svolgimento della gara. Ringraziamenti inoltre per la FIDAL nazionale, nella persona del suo presidente Alfio Giomi, per aver ugualmente dialogato con gli organizzatori e per aver approvato il piano operativo per lo svolgimento della manifestazione. Il Comitato Organizzatore spera che il grande sforzo profuso sia coronato da successo e che possa servire a motivare, con ogni dovuta precauzione, iniziative che possano contribuire alla ripartenza, anche economica, della città. 

Tutte le novità 

La Pisa Half Marathon 2020 introduce con quest’edizione alcune novità che verranno mantenute anche nelle edizioni successive. Per prima cosa, a partire dalla XIV edizione viene adottata la modalità del numero chiuso delle iscrizioni. Per quest’anno il numero dei partecipanti è limitato a 2000, divisi fra 500 ammessi alla Pisa Ten (gara sui 10 Km, sia nella versione competitiva che in quella non competitiva) e 1500 alla gara sulla classica distanza della mezza maratona. Solo per la mezza maratona, invece, sono (e saranno) previste due opzioni di iscrizione: BASIC (comprensiva di pettorale e medaglia) e PRO (comprensiva di pettorale, medaglia e pacco gara), ognuna con quote crescenti in base alla disponibilità dei pettorali. L’opzione BASIC è stata introdotta per venire incontro alle numerose richieste dei partecipanti delle edizioni passate, e ha avuto un immediato riscontro: tutti e 400 i pettorali disponibili con questa opzione sono stati esauriti in pochi mesi dall’apertura delle iscrizioni. Da quest’anno aumentano anche i premi, con un occhio di riguardo per i gruppi podistici: un premio speciale andrà alle società con il maggior numero di atleti classificati (valido sia per la mezza maratona che per la Pisa Ten). In palio, numerose iscrizioni gratuite alla manifestazione dell’edizione successiva. Parallelamente alla manifestazione a Pisa, dal 4 all’11 ottobre si correrà la prima edizione della V-Run (la corsa virtuale della Pisa Half Marathon). Si tratta di una nuova iniziativa in cui gli atleti che si sono iscritti all’evento possono correre dove preferiscono fornendo al Comitato Organizzatore prova della distanza corsa grazie alle rilevazioni dei sistemi GPS sportivi. Per la XIV edizione figurano già iscritti da tantissime città italiane, ma non mancano partecipazioni internazionali da Belgio, Svezia e Corea del Sud. 

Stato delle iscrizioni 

Al momento attuale sono quasi esauriti i 2000 pettorali disponibili a numero chiuso. I pettorali della Pisa Ten sono esauriti già da diversi giorni, mentre sono a disposizione ancora alcune decine di pettorali per la Pisa Half Marathon. Tra gli iscritti, atleti di 22 diverse nazionalità e di 29 province italiane. 

Svolgimento e misure anti Covid-19

Data l’emergenza sanitaria legata al Covid-19 tutt’ora in corso i regolamenti della Pisa Half Marathon e della Pisa Ten hanno accolto e integrato le linee guida stabilite dal protocollo FIDAL per le manifestazioni non stadia. I regolamenti sono consultabili nel dettaglio sul sito della manifestazione www.mezzamaratonapisa.it. Di seguito elenchiamo le più importanti variazioni.

Marcia non competitiva

Purtroppo per quest’anno non è stato possibile organizzare in sicurezza il “Trofeo delle Tre Province”, la tradizionale marcia non competitiva che da anni accompagna la Pisa Half Marathon. 

Expo e ritiro dei pettorali 

L’Expo Village pre-gara è confermato in piazza Vittorio Emanuele II, ma per la sola giornata di sabato 10 ottobre, dalle 9 alle 19. Tutte le presentazioni e gli eventi in programma si svolgeranno regolarmente nel rispetto delle norme del distanziamento sociale. Il pettorale e il pacco gara potranno essere ritirati in quest’occasione. È possibile (ma non obbligatorio) prenotare l’orario di ritiro, al fine di evitare assembramenti. 

Start Village 

L’accesso allo Start Village per questa edizione sarà consentito esclusivamente agli atleti. Non saranno previsti spazi o aree dedicati al pubblico. Per potervi accedere, gli atleti dovranno superare il controllo della temperatura corporea e depositare un’autocertificazione, consegnata assieme al pettorale, che attesti la mancanza di problematiche infettive note e/o di esposizione al rischio di contagio. All’interno dello Start Village sarà obbligatorio mantenere il distanziamento sociale e indossare dispositivi di protezione (mascherine), anch’essi forniti assieme al pettorale. Lo Start Village sarà composto da tre aree: servizi, griglia di attesa e griglia di partenza. Un sistema di segnaletica verticale (cartelli) e orizzontale (segnaposti) guideranno gli atleti al corretto posizionamento nelle fasi di pre-partenza (distanziamento reciproco di almeno 1 metro in griglia). 

Partenza a onde 

La XIV edizione della Pisa Half Marathon prevede quattro partenze (onde), una ogni mezz’ora a partire dalle ore 9. La partenza avverrà, come negli anni passati, in via Contessa Matilde, all’altezza dell’I.I.S. Da Vinci-Fascetti. La strada sarà chiusa al traffico dal semaforo di Bagni di Nerone all’incrocio con via Cammeo Carlo Salomone. Gli atleti troveranno stampato sul pettorale tutte le informazioni riguardanti la partenza: onda, orario di ritrovo, orario di partenza, posizione da tenere in griglia. La prima onda a partire sarà quella della Pisa Ten, con gli atleti élite in testa. Per la mezza maratona gli atleti élite saranno invece assegnati al primo start dopo la Pisa Ten (onda 2, ore 9:30). Gli atleti avranno l’obbligo di indossare la mascherina almeno per i primi 500 metri dopo lo start, come previsto dal protocollo FIDAL. 

Percorso

I ristori saranno previsti come da regolamento FIDAL, e distribuiranno solo acqua in confezioni singole con l’eccezione del ristoro al km 15, dove saranno disponibili anche cibi solidi (sempre in confezioni sigillate). Come richiesto dal protocollo FIDAL, non saranno previsti i punti di spugnaggio. È richiesto agli atleti di evitare la corsa “in gruppo” (no draft rule) al fine di mantenere il distanziamento sociale anche in gara, sempre in accordo alle linee guida FIDAL.

Arrivo 

Attraversata la linea d’arrivo gli atleti dovranno immediatamente indossare la mascherina fornita dai volontari in busta sigillata assieme al pacco ristoro, all’interno del quale troveranno la medaglia, cibo e acqua (sempre in confezioni sigillate). Non sarà consentito agli atleti di sostare nell’area di arrivo più del tempo necessario. Non saranno esposte classifiche nell’area arrivo: le classifiche saranno disponibili soltanto online sul sito ufficiale www.mezzamaratonapisa.it. Tutte le classifiche saranno redatte in base alla rilevazione elettronica dei tempi a partire dal passaggio sula linea di partenza (real time), per permettere un unico ordine di arrivo per la Pisa Ten e per tutte le onde della mezza maratona. Per evitare assembramenti, non si terrà alcuna cerimonia di premiazione in Piazza dei Miracoli. Tutti i premi verranno spediti a casa. Per gli atleti locali il Comitato Organizzatore si riserva di poter organizzare una cerimonia di premiazione nelle settimane successive all’evento. 

Modifiche alla viabilità 

La strada statale Aurelia è l’arteria più importante incrociata dal percorso della Pisa Half Marathon; a causa delle partenze a onde la strada sarà chiusa in 4 momenti distinti, con riapertura del traffico tra un’onda e l’altra. Per la stessa ragione, si allungheranno i tempi di chiusura al traffico delle strade interessate dall’evento rispetto alla passata edizione. L’arrivo degli ultimi concorrenti è previsto per le ore 13.30 circa, con graduale riapertura delle strade al passaggio del servizio scopa.

Partner, collaborazioni e sponsor

Grazie alla rinnovata collaborazione con l’Università di Pisa, gli atleti e i loro accompagnatori potranno accedere gratuitamente ai musei del Sistema Museale di Ateneo dell’Università di Pisa nei giorni della manifestazione. Anche quest’anno Ford Blu Bay, San Rossore Sport Village e Biancoforno sponsorizzeranno l’evento, assieme a San Benedetto (per la prima volta sponsor della Pisa Half Marathon). Lo sponsor tecnico sarà Mizuno. Il media partner dell’evento sarà ancora una volta Radio Bruno, presente all’Expo del sabato, allo Start Village e nell’area di arrivo la domenica della gara. 

Atleti élite 

Il gruppo degli atleti élite sarà nutrito come non mai. Assente il testimonial per eccellenza della manifestazione, Daniele Meucci (reduce dalla maratona di Londra) saranno presenti allo Start Village celebrati campioni nazionali e internazionali, assieme a un’ottima rappresentanza di atleti africani. La Pisa Half Marathon 2020 vedrà anche la partecipazione di alcuni atleti molto speciali. Andrea Lanfri, atleta paralimpico (corre con protesi simili a quelle di Pistorius) che si cimenterà per la prima volta sulla distanza della mezza maratona proprio a Pisa. Antonino Lollo, poliziotto ed atleta di ottimo livello, già vincitore dell’edizione 2017 della Pisa Marathon (la manifestazione di dicembre). Lollo ha donato un suo stipendio a sostegno delle operazioni per contrastare la pandemia COVID-19. Domenico Ricatti, già nazionale di atletica leggera, Campione Italiano Assoluto del 10.000 metri (su pista e su strada), Campione Italiano Master di maratona e mezza maratona (2019). Lorenzo Properzi, “fresco” Campione Italiano di Mezza Maratona Juniores (Verona, 2020). 

Ringraziamenti 

La XIV edizione della Pisa Half Marathon sarà l’occasione per ricordare ancora una volta Francesco Avino, volontario tragicamente scomparso alla vigilia dell’edizione dell’anno 2017, e Pietro Ciccorossi, medico epatologo del Centro trapianti di Pisa, scomparso nel 2015. Il Comitato Organizzatore desidera ringraziare le istituzioni locali e tutti coloro che renderanno possibile lo svolgimento della manifestazione. In particolare: • Le forze del volontariato locale • Le forze del volontariato sanitario (Pubblica Assistenza, Misericordia, e Croce Rossa) • Geofor • La Onlus Regalami un Sorriso • L’Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana • L’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci

Redazione Nove da Firenze