Piogge e temporali: codice giallo su costa e Toscana centro-settentrionale

Ma la Lipu di Firenze si preoccupa per la sopravvivenza degli uccelli in questa estate caldissima


FIRENZE – Condizioni di tempo instabile stanno interessando la Toscana. Dalla tarda serata, e per tutta la notte, possibilità di temporali di forte intensità sulla costa centro-settentrionale e aree adiacenti e sulle zone interne centro-settentrionali. Dalla tarda mattina di domani, e fino a tutto il pomeriggio, possibili temporali in Appennino, accompagnati da occasionali colpi di vento e grandinate. Per questo la Sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un codice giallo, con validità dalle ore 21 di oggi, domenica 7 luglio, fino alle ore 10 di domani, lunedì 8 luglio, che interessa la costa e le zone interne della Toscana centro-settentrionale.

Tuttavia La Lipu fa un appello per offrire un aiuto agli uccelli nei giorni in cui il caldo estivo rende irrespirabile l’aria delle nostre città. Anche gli animali ne soffrono: ognuno di noi può dare un po’ di sollievo, mettendo nei giardini e sulle terrazze una ampia ciotola di acqua, da ricambiare ogni giorno, dove potranno dissetarsi ma anche fare un bagno per mantenere in ordine le piume. Le anomalie climatiche di questi mesi hanno messo in difficoltà anche la nidificazione e lo sviluppo della nuova generazione di molte specie di uccelli. Dapprima una primavera piovosa e fredda che si è protratta per tutto maggio, causando la scarsità di insetti. Quando i migratori, come le rondini e i rondoni, sono arrivati non hanno trovato abbastanza cibo, e numerosi di loro sono caduti a terra stremati. Poi è esploso il caldo con temperature ben sopra i 30°C per molti giorni. La deposizione delle uova è avvenuta in ritardo, e alla nascita i pulli si sono ritrovati in un caldo soffocante: questo è particolarmente pesante per i rondoni, che fanno i nidi nei sottotetti. I piccoli si sporgono per sfuggire alla morsa del caldo e cadono dai nidi. In parte muoiono, altri sono raccolti e portati presso i Centri di recupero.

A Firenze il Centro di Recupero della Lipu di Vicchio ha saturato da giorni la capacità di intervento, con una media di 15 arrivi al giorno della sola specie rondone, per un totale di circa 200 soggetti. I volontari del Centro mettono grandissimo impegno per farli vivere, e anche la spesa è notevole perché l’alimentazione mirata per avere piumaggio perfetto e resistenza al volo quando saranno liberati è costosa. Chi vuole aiutare a sostenere il loro percorso verso la libertà può fare una donazione. Il conto è il seguente: Centro Recupero Fauna Selvatica Lipu del Mugello, Banca Prossima - Iban IT26M0335901600100000164783.

Redazione Nove da Firenze