Piero Bargellini, ricordo di un sindaco colto con Firenze nel cuore

Stamani, a 40 anni dalla morte, l'assessore Funaro ha deposto una corona di alloro sulla sua tomba nel cimitero di Trespiano. Assessore alla Cultura nelle giunte La Pira, affrontò da primo cittadino il disastro dell'alluvione (1966) e fu apprezzato scrittore nonché fondatore di riviste


Una corona di alloro per ricordare il sindaco Piero Bargellini. Questa mattina, nel quarantesimo anniversario della scomparsa, l’assessore all’educazione Sara Funaro ha partecipato alla commemorazione del politico fiorentino deponendo sulla sua tomba, nel cimitero di Trespiano, una corona di alloro.

“Piero Bargellini è stato un sindaco che ha amato profondamente Firenze e i fiorentini”, ha detto l’assessore Funaro. “Nella memoria dei fiorentini è ricordato come sindaco dell’alluvione, per la sua cittadinanza attiva e per la sua umanità e cultura. Aveva un legame fortissimo con la città tanto che in una lettera scrisse: ‘Firenze valeva la fatica che abbiamo durato e vale ancora la piacevole pena di renderla sempre più bella’. Oggi è per me un onore e un’emozione rappresentare l'Amministrazione Comunale in un giorno di ricordo sia cittadino che personale".

Bargellini, oltre ad essere stato sindaco di Firenze, è stato parlamentare per più legislature, oltre che un noto e apprezzato scrittore, fondatore di importanti riviste culturali e assessore alla cultura del Comune durante le due amministrazioni di Giorgio La Pira

Redazione Nove da Firenze