Piazze sotto controllo: 60 agenti dedicati per tre mesi

La task force cerca di rispondere alla segnalazioni dei cittadini


“L’obiettivo di questa ordinanza è quello di restituire ai cittadini, famiglie, anziani, giovani e bambini l’uso sereno di spazi di cui, a causa di comportamenti contrari alla civile convivenza e di abusi da parte di alcune persone, di fatto erano stati espropriati. Nessun intento punitivo ma solo la volontà di recuperare importanti luoghi di socializzazione, aggregazione e vita di comunità” dichiara la vicesindaca Cristina Giachi tracciando il resoconto dei primi giorni dei controlli relativi all’ordinanza “Piazze vivibili” in vigore da sabato.

“L’accoglienza dei cittadini è stata positiva. Tanti hanno capito l’intento dell’Amministrazione e hanno apprezzato l’ulteriore impegno per il recupero di spazi che, gli stessi residenti, avevano segnalato per le criticità. Anche in Santo Spirito, a fronte delle solite strumentalizzazioni di alcuni gruppi politici, evitiamo fraintendimenti: l’ordinanza rappresenta un punto di equilibrio tra la garanzia della vivibilità e fruibilità della piazza, che resta libera, e la tutela del sagrato, in passato oggetto di attacchi e provocazioni”. Per promuovere e favorire la fruizione della piazza da parte dei cittadini l’Amministrazione sta lavorando anche a una serie di iniziative culturali. “I cittadini stanno apprezzando gli interventi della Polizia Municipale - aggiunge l’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi - in aree nelle quali i cittadini avevano segnalato le criticità. Confermiamo il numero degli agenti destinati in specifico a questo servizio, una sessantina ogni giorno. Ovviamente siamo consapevoli che il problema non si risolve in un giorno anche perché in alcune aree le problematiche sono presenti da tempo. Ma siamo anche convinti che nei tre mesi previsti dall’ordinanza i risultati ci saranno”. 

Per quanto riguarda il resoconto dei primi giorni di controlli, ad oggi sono state 11 le sanzioni al Regolamento Polizia Urbana per bivacco (le ultime ieri in via Mafalda di Savoia e in via Reims). Due le invece denunce: una sabato in via Galliano (si tratta di un 49enne marocchino che bivaccava in stato di ebbrezza molestando i presenti) e una ieri sera in piazza Pier Vettori. In questo caso gli agenti sono intervenuti per la presenza di un uomo palesemente ubriaco e con comportamento molesto. Senza documenti è stato accompagnato al Comando di Porta a Prato per l’identificazione e avvertito il magistrato di turno. L’uomo, un 71enne austriaco, è stato denunciato per violazione all’ordinanza. 

Redazione Nove da Firenze