​Piazza dei Ciompi ieri e oggi: incontro pubblico con dibattito

Giovedì 10 maggio alle 17 appuntamento con “Reinventare lo spazio pubblico. La storia di piazza dei Ciompi e le sue trasformazioni”


Un incontro e una mostra per raccontare la nuova vita di piazza dei Ciompi e per ripercorrerne la storia, dagli anni Trenta del Novecento ad oggi. Appuntamento giovedì 10 maggio alle 17 a Le Murate. Progetti Arte Contemporanea con “Reinventare lo spazio pubblico. La storia di piazza dei Ciompi e le sue trasformazioni”.

Alle 17 spazio al dibattito con l'assessore all'Urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, il vicedirettore del Landscape design lab Enrico Falqui, il paesaggista francesce titolare dell'atelier Coloco Pablo Georgieff e Valentina Gensini, direttore artistico de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea.

A margine del dibattito sarà possibile visitare la mostra con i lavori degli studenti del corso di laurea in Architettura del paesaggio dell'Università di Firenze realizzati durante il workshop guidato dai paesaggisti Pablo Georgieff e Gilles Clement. La mostra spiega in primo luogo la storia della piazza e della sue trasformazioni a partire dagli anni Trenta del Novecento. Piazza dei Ciompi è nata infatti dal piano delle demolizioni nel quartiere di Santa Croce nel 1939, prima che il governo fascista guidato da Benito Mussolini dichiarasse l'entrata in guerra dell'Italia.
Nel 1955 vi fu collocata la Loggia del Pesce, progettata da Giorgio Vasari, col preciso scopo che rappresentasse il prospetto d'affaccio su uno spazio pubblico.

Dal 1956 al 1966 ha ospitato un mercato ortofrutticolo mattutino mentre dal 1967 al 2016 è diventata sede permanente del mercato antiquario demolito nel 2016 a causa della presenza di amianto nei rivestimenti delle coperture, con l'obiettivo di restituire la piazza alla città.

La mostra mette in evidenza il “processo progettuale” che gli studenti hanno seguito durante il workshop e nelle successive fasi del laboratorio, arrivando a definire un vero e proprio “progetto preliminare” per la reinvenzione di Piazza dei Ciompi.

Redazione Nove da Firenze