Piattaforma Impresa 4.0: tra Strategia regionale e Piano nazionale

Aggiornamento della Strategia regionale 4.0


Approvata dalla giunta regionale una delibera che ridefinisce struttura e composizione della Piattaforma Regionale Industria 4.0 che d'ora in poi assumerà la denominazione 'Piattaforma Impresa 4.0'. La revisione si rende necessaria, spiega l'assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo, "dopo l'aggiornamento del Piano Nazionale che prevede l'evoluzione della strategia di digitalizzazione verso una dimensione più ampia e comprensiva ma anche dei nuovi indirizzi stabiliti dalla Commissione europea che ha ridefinito le tecnologie chiave per supportare i processi di digitalizzazione in un'ottica di maggior competitività del sistema delle imprese. Insomma un passo che si è reso necessario per aggiornare uno strumento chiave al servizio del sistema produttivo in tema di trasferimento e innovazione tecnologica, formazione tecnica ed universitaria e lavoro".

Oltre al nome le altre modifiche introdotte riguardano l'individuazione della rete dei Distretti tecnologici regionali quale interfaccia funzionale e territoriale della Piattaforma nel raccordo "imprese/sistema della ricerca" anche ai fini dell'aggiornamento della Strategia regionale 4.0; la semplificazione della composizione dei "regional network" previsti dal Protocollo di intesa Regione Toscana/Organismi di ricerca riorganizzati in modalità integrata e funzionale alle applicazioni connesse ai processi di innovazione (di processo, organizzativi, di prodotto), favorendo la dimensione sistemica rispetto agli output di applicazione delle tecnologie e sviluppando la struttura degli ambiti tecnologici come previsto dal documento della Commissione UE "Re-finding industry" (2018) (production technologies, digital technologies, cyber technologies); l'estensione della composizione, e conseguentemente delle attività, della Piattaforma Regione Impresa 4.0, ai settori agricoltura, turismo e commercio; l'integrazione della composizione del Nucleo di coordinamento intersettoriale sulla economia digitale con l'inserimento della Direzione Agricoltura e sviluppo rurale.

Il processo di revisione renderà inoltre necessario procedere all'individuazione di un gestore autonomo/esterno del Distretto tecnologico "Advanced manufacturing" mediante la riapertura del bando regionale sulla linea di azione 1.1.4.a del POR FESR 2014-2020 dopo la fase di supplenza svolta dalla Regione, con il conseguente ampliamento alla rete dei Distretti tecnologici quali interfaccia funzionali all'azione della Regione, e confermare la funzione di coordinamento della Piattaforma al Nucleo interdirezionale sull'economia digitale con il supporto tecnico-scientifico di un advisor-board presso Irpet.

La Piattaforma rappresenta l'interfaccia tecnico-operativa sia per l'attuazione degli indirizzi sulla Strategia regionale industria 4.0, sia per il raccordo con il Piano nazionale industria 4.0. A comporre la Piattaforma concorrono, insieme alla Regione Toscana che detiene il coordinamento, il sistema delle competenze specializzate degli organismi di ricerca pubblici e delle infrastrutture di ricerca applicata sulle tecnologie individuate dalla Strategia industria 4.0, il sistema della formazione tecnica e universitaria e i comitati di indirizzo dei distretti tecnologici Nanotecnologie/Nuovi Materiali e Advanced Manufacturing 4.0.

Redazione Nove da Firenze