Palermo a Novara. Serie A a un passo

Ai rosanero basta non perdere con i piemontesi.


Sarà probabilmente il Piola di Novara il teatro dei festeggiamenti per il ritorno nella massima serie del Palermo. Non una passeggiata, dato che i piemontesi sono tornati in corsa per la salvezza a -3 dal Varese, ma il divario tecnico è netto e il Palermo da due mesi a questa parte sa solo vincere.Si gioca allora soprattutto per la seconda piazza, i playoff e la zona salvezza.
Per l'altro piazzamento che sancisce la promozione diretta in A l'Empoli vanta due punti di vantaggio sul Latina. I toscani però sono reduci da tre k.o. di fila lontano dal Castellani e la trasferta a Brescia non lascia tranquillo mister Sarri.
Partita più agevole invece per i nerazzurri laziali: il Latina infatti è di scena a Castellamare di Stabia contro la già retrocessa Juve. Braglia, tecnico delle Vespe, darà spazio ai giovani in vista del prossimo campionato di Lega Pro, motivo di più per pensare che i tre punti possano andare a Jonathas e compagni.
Sfida playoff-playout in Crotone-Padova: pronostico che pende per i pitagorici ma il Padova dopo il passo falso col Bari ha rallentato pericolosamente e al terz'ultimo posto non può più permettersi di sbagliare. Gara da dentro o fuori.
È sfida tutta di alta classifica quella che invece oppone la Virtus Lanciano al Trapani. Meglio gli abbruzzesi dei siculi nell'ultimo periodo, ma entrambe hanno mostrato una fase di calo dopo un girone d'andata al di là di ogni più rosea aspettativa. Non a caso se la giocano ancora entrambe.
Stesso discorso per Cesena e Avellino, avversarie del prossimo turno. Male, malissimo i romagnoli sconfitti nelle ultime tre giornate; anche gli irpini hanno sì vinto sabato scorso ma dopo aver raccolto un solo punto su nove disponibili.
È ancora in corsa anche lo Spezia. Nell'anticipo del venerdi i liguri ospitano la Reggina di Di Michele penultimi in classifica. I calabresi sono lontani 11 punti dal quart'ultimo posto che vale quantomeno il playout, e a sei turni dal termine è impensabile credere al miracolo.
A proposito di playout, è diventano uno spareggio salvezza Cittadella-Varese. I lombardi fino a qualche giornata fa si potevano dir tranquilli in chiave salvezza, ma una media punti bassa (4 k.o. nelle ultime 5) e i risultati positivi di chi insegue hanno ridotto a soli 3 punti il vantaggio sul Novara e 4 proprio sul Cittadella. Guardia alta perché dietro si fa sul serio.
Solo Carpi e Pescara, benché potenzialmente e aritmeticamente in corsa per i piani alti, sembrano non avere più grandi aspirazioni per quest'anno; solo un filotto di vittorie rimetterebbe tutto in discussione ma visto l'andamento altalenante delle due è difficile pensarci. Ecco che la scontro tra le due potrebbe essere svuotato da grandi motivazioni.
Dopo il pareggio a reti bianche contro il Carpi il calendario offre al Siena un altro turno davanti al proprio pubblico. Avversario di giornata il Modena. La squadra di Novellino è a ridosso dell'ottavo posto occupato proprio dal Siena insieme a Trapani e Avellino. Sarà dunque partita vera tra due formazioni che hanno un buon gioco e ottime bocche da fuoco in avanti: in particolare per i Canarini spiccano la freschezza di Babacar e l'esperienza del "Diablo" Granoche; di contro, la retroguardia modenese non è stata sempre impeccabile e lo dimostrano anche i tre gol presi nell'ultimo turno con la Ternana. La squadra di Beretta appare un pò stanca negli ultimi tempi, e lo testimonia anche il punto fatto nelle ultime due uscite, solo una vittoria nelle ultime quattro. Se non gira gente come Rosina e Pulzetti si fa davvero fatica a trovare lo spunto giusto. Tuttavia negli scontri diretti la Robur non ha quasi mai steccato, e col pubblico a fare da dodicesimo uomo in campo i tre punti diventano una concreta possibilità. Se lo augura Beretta, se lo augurano i tifosi.
A tre punti dall'ottavo posto e con un morale che va anche oltre le stelle, il Bari va a Terni in cerca di altri punti per il paradiso. Paradiso impensabile solo qualche giornata fa dato il tribolato campionato giocato dai Galletti sia sul campo che in ambito societario col fallimento di Matarrese. La trasferta di Terni diventa snodo fondamentale per capire che fine anno aspetta i ragazzi di Alberti. La Ternana non è squadra da prendere con le molle e Antenucci è attaccante vero, di categoria, come dimostrano i 17 gol segnati finora. La speranza del Bari è quella di trovare un avversario che non stia con l'acceleratore pigiato dati i 45 punti che tengono a distanza dalla zona retrocessione ma non permettono di puntare a quella promozione. E a prescindere da questo, le motivazioni del Bari non sono seconde a nessuno leggendo i risultati da Palermo in poi. Per una squadra in salute e vincente come quella dei biancorossi, difficile prevedere cambiamenti nell'11 titolare: sarà riproposto Joao Silva in avanti come sempre ben supportato da Galano e Nadarevic. Consuete tre punte per puntare ai tre punti.

Claudio Mastrodonato. Ha collaborato GS.

La giornata (3/5 ore 15.00)

Spezia-Reggina (2/5 ore 20.30)
Brescia-Empoli
Carpi-Pescara
Cesena-Avellino 
Cittadella-Varese 
Crotone-Padova 
Juve Stabia-Latina 
Novara-Palermo 
Siena-Modena 
Ternana-Bari 
V.Lanciano-Trapani (ore 18.00)

Redazione Nove da Firenze