Ospedale Versilia, record di nascite in un giorno: 12 fiocchi rosa e azzurri

Nove femmine e tre maschi. Tutti nomi e la sequenza di "uscita": ore 1.48 Brando; ore 5.36 Dalia; ore 6.14 Asia; ore 6.30 Angelica; ore 7.19 Amelia Luisa; ore 7.36 Agnese; ore 9.53 Sveva; ore 11.05 Diana; ore 12.07 Rachele; ore 13.54 Liam; ore 19.35 Gioia; ore 19.36 Lorenzo


Versilia, 28 novembre 2019Dodici parti in appena 18 ore all’ospedale “Versilia”. Dalle 1.48 alle 19.36 di mercoledì 27 novembre sono infatti nati 3 maschi e 9 femmine, tutti a termine di gravidanza (10 con parto spontaneo e 2 con taglio cesareo).

Una pioggia di fiocchi rosa e azzurri per una giornata davvero da ricordare per il personale della struttura, che ha lavorato a pieno ritmo per far fronte a questo boom di nati.

Si tratta di un vero e proprio record, in un momento in cui a livello nazionale si registra ovunque una riduzione delle nascite.

Una grande soddisfazione, dunque, per medici, ostetriche, infermiere di Ostetricia e Ginecologia e di Neonatologia, che hanno riempito le culle a disposizione ed hanno lavorato senza sosta per accogliere, assistere ed accompagnare i bambini ma anche le mamme ed i papà, che hanno poi mostrato grande entusiasmo e partecipazione in occasione dell’immancabile foto di gruppo.

Questa l’incredibile sequenza delle nascite ieri (27 novembre) al “Versilia”: ore 1.48 Brando; ore 5.36 Dalia; ore 6.14 Asia; ore 6.30 Angelica; ore 7.19 Amelia Luisa; ore 7.36 Agnese; ore 9.53 Sveva; ore 11.05 Diana; ore 12.07 Rachele; ore 13.54 Liam; ore 19.35 Gioia; ore 19.36 Lorenzo.

“L’attività materno infantile è fatta anche di questi eventi eccezionali - evidenzia Luigi Gagliardi, capoarea di Pediatria a livello aziendale - e l’organizzazione del nostro punto nascita ci permette di far fronte e di gestire al meglio queste situazioni. Per il nostro personale è stata una giornata impegnativa ma anche intensa ed emozionante. Per tutta la giornata i nostri operatori hanno aiutato 12 partorienti a far venire al mondo i loro figli, utilizzando ogni sala parto disponibile. Il sovraccarico di lavoro è stato ripagato dalla soddisfazione di aver visto nascere così tanti bambini e dalla gioia di tanti neo-genitori”.

Redazione Nove da Firenze