Ordinanza riaperture, Rossi si scusa per il ritardo: "Aspetto il dpcm"

Il governatore toscano su Facebook: "Siamo già pronti ma non posso firmare nulla senza il decreto del governo che ci ha convocati per le 19,45"


Il governatore della Toscana Enrico Rossi alle 18 circa ha chiesto scusa e si è dichiarato imbarazzato per non aver ancora comunicato tramite ordinanza come saranno le riaperture nella nostra regione. E spiega che la responsabilità è del governo. "Provo imbarazzo - scrive Rossi su Facebook - e chiedo scusa a molte persone, imprenditori, lavoratori, rappresentanti di categoria e amministratori, per non avere ancora potuto comunicare l’ordinanza per le riaperture in Toscana.È da stamani che siamo pronti, ma io non posso firmare nulla senza il dpcm del governo che ci ha convocato per le 19,45 di stasera.I ritardi stanno determinando una situazione di incertezza e rischiano di creare problemi nella organizzazione della vita quotidiana di tanti cittadini", conclude Rossi. 

Redazione Nove da Firenze