Open Day di Arcigay Arezzo per i migranti LGBTI

Sabato 14 aprile dalle ore 16 un pomeriggio di incontro, scambio e socializzazione presso la sede Arci


Tante, ma poco conosciute, sono le storie di ragazzi e ragazze che hanno lasciato i loro paesi di origine per sfuggire a persecuzioni, violenze, incarcerazioni o, addirittura, alla morte solo perché dichiarati - o anche solamente sospettati - di essere omosessuali, bisessuali o transgender.

Alcuni sono arrivati nel territorio aretino, richiedenti protezione internazionale e in attesa di asilo politico, in cerca di un luogo sicuro ed accogliente in cui vivere a pieno, senza nascondere una parte di se'.

Per questo motivo “Chimera Arcobaleno” Arcigay Arezzo ha promosso, Sabato 14 aprile, l'Open Day Migran(LGBT)i, un'occasione di incontro e socializzazione aperta a tutti i rifugiati e gli stranieri omosex, bisex e trans presenti nella provincia di Arezzo.

In collaborazione con SPRAR e Arci Arezzo, dalle 16 alle 18 di sabato pomeriggio, le porte dell'associazione (via G. Garibaldi n. 135) saranno aperte dai volontari e dalle volontarie di Arcigay che intendono così offrire un'opportunità di integrazione e socialità, molto informale, ma anche occasione di scambio reciproco, conoscenza e arricchimento.

Redazione Nove da Firenze