Olimpiadi Firenze-Bologna 2032, Nardella dribbla Rossi: "Roma ha perso l'opportunità"

Il governatore stamani aveva detto che la capitale è la prima scelta, il sindaco gli ricorda i tormenti recenti e il "no" della capitale. "Sono convinto comunque che il presidente della Toscana ci darà una mano". Presto un incontro con i vertici emiliani, poi col presidente Coni Malagò


(DIRE) Firenze, 11 set. - Se l'Italia dovesse candidarsi ai giochi olimpici del 2032, Roma avrebbe la priorità, ragiona il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Una frenata al sogno olimpico cullato a Firenze e Bologna? "Rossi ha anche detto di essere pronto ad impegnarsi per dare una mano a Firenze", commenta il sindaco Dario Nardella, che, a margine di un sopralluogo nel cantiere del nuovo auditorium del teatro del Maggio, sottolinea: "Roma, purtroppo, ha perso una grande opportunità e non so se in tempi brevi gliene verrà data un'altra. Detto ciò, credo che non mancherà il sostegno della Regione Toscana, anche perché ho visto che la Regione Emilia, con le parole di Bonaccini, è intervenuta con grande entusiasmo". Ora, però, "dobbiamo cominciare a lavorare con un po' di regolarità". Per questo, aggiunge, "nelle prossime settimane mi vedrò sia con il sindaco Merola che con i presidenti Rossi e Bonaccini. In quell'occasione potremo mettere a punto una prima bozza". Per Nardella, infatti, "c'è tutto il tempo per passare dalle idee alle proposte progettuali più concrete. E quando i tempi saranno maturi, andremo a parlare con il presidente del Coni Malagò, che è fondamentale per un'iniziativa di questo tipo". (Dig/ Dire)

Redazione Nove da Firenze