Nuovo governo: ne parla il senatore Pd Parrini a Vinci

Lunedì 16 settembre alle 21.30 alla casa del Popolo di Sovigliana. Toccafondi: “Ma la Toscana dov'è? Trattamento imbarazzante al nostro territorio”


Il senatore Dario Parrini lunedì 16 settembre alle 21.30 parteciperà a una serata di approfondimento politico. Sarà l’occasione per parlare del nuovo governo e delle nuove sfide che il paese dovrà affrontare. “La nascita del nuovo governo segna una svolta e deve portarci a un salto di qualità nelle politiche sociali e economiche a partire dall'impostazione dalla prossima legge di bilancio. Le aspettative sono forti e il Pd deve impegnarsi al massimo per dare ad esse risposte concrete, rendendo protagonisti i territori e il confronto con i cittadini a ogni livello.”, così Parrini anticipa i temi dell’incontro.

“In Toscana sembra aleggiare un “peccato originale” da scontare. Pd e 5Stelle cominciano decisamente male questa nuova fase con un'attenzione pressoché nulla al nostro territorio. Nessun sottosegretario o viceministro toscano comporrà infatti il il nuovo Governo.” E' quanto dichiarato dal deputato fiorentino Gabriele Toccafondi. “Questo Governo avrà una possibilità solo se farà le cose, se sbloccherà cantieri, se aiuterà le famiglie e il lavoro. Ed è bene quindi ricordare a questo nuovo governo senza toscani che in 14 mesi dell'ultimo Esecutivo proprio in Toscana è stato bloccato tutto, la Toscana e Firenze sono state trattate come un nemico politico da ostacolare. Adesso il nuovo Governo nomina sottosegretari e si dimentica completamente e non senza imbarazzo dei toscani. E lo dice uno che non ambiva a ricoprire questo ruolo e lo ha detto in tutte le salse. Ma trattare così un territorio non fa partire con il piede giusto.”

“Non può passare inosservato il fatto che nella nuova compagine di governo ci sia una grande esclusa: la Toscana. L’inedita alleanza Pd-5 Stelle, infatti, sembra essersi completamente dimenticata della nostra regione.” Commenta con queste parole, la senatrice aretina della Lega Tiziana Nisini, la lista dei nomi dei rappresentanti di Governo nominati e comunicati oggi. “A voler ben vedere questa esclusione dal gioco delle poltrone, sembra tutto fuorché casuale: quasi a volersi vendicare dei toscani. Non possiamo dunque tacere di fronte ad una scelta irrispettosa nei confronti di migliaia di cittadini che pagano la sola colpa involontaria di essere corregionali del dissidente Renzi. Più di tre milioni di abitanti, d’altronde, non saranno certo inermi di fronte queste nomine di Ministri e sottosegretari che li vedono grandi assenti e sapranno far valere la loro voce alla prossime tornate elettorali. Con le regionali del 2020, infatti, avranno la grande possibilità di mandare a casa i DEM -che li vogliono senza rappresentanza- e spiegare a Renzi una volta per tutti che la Toscana merita e vuole il meglio” conclude la Nisini.

Redazione Nove da Firenze