Novità in Palazzo Vecchio: arriva la Direzione gare, appalti e servizi

Si occuperà dell'acquisto di beni e servizi per cifre superiori a 40mila euro. Verrà istituito anche un nuovo servizio: il Progetto Comunicazione. Presto l'assunzione di 7 dirigenti a tempo indeterminato per mobilità o concorso pubblico


Diventerà operativa a partire dal 1° novembre. Si tratta della nuova struttura organizzativa del Comune. La giunta comunale ha recentemente approvato la delibera che ridisegna la macchina comunale con l’obiettivo di migliorare l’efficienza anche attraverso un’operazione di razionalizzazione.

“Si tratta di un provvedimento propedeutico, anche se parziale, di una prima riorganizzazione tesa a migliorare la qualità della struttura amministrativa e quindi, a caduta, del servizio ai cittadini – commenta l’assessore all’organizzazione e personale Alessandro Martini –. Siamo molto contenti perché insieme alle nuove assunzioni, anche a livello dirigenziale, rappresenta un importante passo avanti nella direzione del buon funzionamento della macchina comunale”.

In concreto per il cittadino quindi non ci sono variazioni, quello che cambia è l’articolazione interna dell’Amministrazione in nome dell’efficienza. Tra le novità, la riduzione del numero delle posizioni dirigenziali, gli spostamenti di alcuni servizi da una direzione ad un’altra per esempio i servizi cimiteriali che dal punto di vista organizzativo passa dalla direzione servizi sociali alla direzione patrimonio ma dal punto di vista di indirizzi politici restano comunque in capo all’assessorato al welfare; oppure il servizio quartieri e sportelli al cittadino passano dalla direzione servizi territoriali integrati alla direzione ufficio del sindaco. 

In arrivo anche una direzione ex novo (direzione gare, appalti e servizi) che si occuperà dell’acquisto di beni e servizi (per cifre superiori a 40mila euro, in caso contrario resteranno competenti le singole direzioni) ma anche delle procedure di affidamento di opere e lavori pubblici nonché della governance delle partecipate con l’obiettivo di garantire un’unica cabina di regia: confluiranno nella nuova direzione i vari servizi che si occupano già di questi ambiti, ma sotto altri direzioni. Prevista anche la soppressione dei coordinatori d’area tecnica e amministrativa e l'introduzione di due figure di vicedirettori generali con deleghe su specifici progetti individuati tra i direttori che manterranno anche tale ruolo.

Sarà istituito un nuovo servizio denominato Progetto Comunicazione, sempre sotto la direzione Ufficio del Sindaco, che si occuperà sempre della comunicazione istituzionale e organizzativa ma anche di strategia di valorizzazione del brand del Comune di Firenze tramite i nuovi strumenti di comunicazione. Piccole modifiche anche per il servizio eventi e relazioni internazionali, collocato nella direzione Ufficio del Sindaco: si occuperà infatti anche delle manifestazioni cittadine (culturali, sportive ecc) in modo da garantire un’unica governance degli eventi.

Contestualmente alla riorganizzazione, è stata approvata anche una revisione del fabbisogno occupazionale del Comune che prevede ulteriori assunzioni a livello dirigenziale rispetto al precedente aggiornamento risalente a qualche mese portando a 7 il numero dei dirigenti a tempo indeterminato da assumere per mobilità o concorso pubblico.

Redazione Nove da Firenze