Rubrica — LifeStyle

Neve, sarà un week-end molto perturbato: impianti quasi tutti chiusi

Gli appuntamenti del Natale in montagna tra arte, mostre e tradizioni


20 dicembre 2019 - Dopo la bella giornata di sole e neve dello scorso 14 dicembre, che ha richiamato tanti appassionati sulle piste toscane grazie anche alle offerte Preski, quella che si va a concludere è stata invece una settimana all'insegna del maltempo e delle alte temperature. E anche il fine settimana si annuncia perturbato, con forti venti sui crinali.

Una situazione decisamente sfavorevole non solo alla messa in funzione degli impianti di risalita, ma in genere allo svolgimento di qualsiasi attività in montagna - escursioni, ciaspolate - che sono altamente sconsigliate.

Alle quote più alte dell'Appennino la neve ha comunque retto alla lunga fase calda, più in sofferenza sono le piste basse. Si attende una diminuzione delle temperature dal 23 dicembre, quando potrebbero tornare in funzione i cannoni e sarà possibile un aggiornamento sulle aperture del Natale.

Da notare che durante la settimana sono rimasti sempre in funzione due impianti in Val di Luce (Abetone): la seggiovia Spella e la sciovia Jolly, che potrebbero restare aperti anche nel fine settimana, se il meteo non sarà troppo avverso, dal momento che sono poco esposti al vento. Al momento però la situazione meteo in continua evoluzione non permette previsioni precise, e occorrerà attendere l'esaurirsi delle precipitazioni previste per questa notte (tra venerdì e sabato). Chi fosse interessato potrà seguire gli aggiornamenti domani mattina (sabato 21 dicembre) sul sito www.multipassabetone.it o sulla pagina Fb @infovaldiluce

Se il maltempo non permetterà quindi sciate ed escursioni, si potrà sempre andare alla scoperta delle altre offerte della montagna toscana.

A Cutigliano (Pt) c'è «Cutigliano Natale d’Arte»: il borgo si veste di arte trasformandosi in una sorta di galleria diffusa itinerante, dove sarà possibile incontrare l’arte sotto le più svariate forme, con ben 15 diverse esposizioni.

Ad Abetone ci sono i mercatini di Natale in Piazza Europa e dal 23 dicembre, tutti i giorni dalle 17 alle 19, sarà possibile visitare, presso la Biblioteca comunale, la mostra #ZenoColo2020, dedicata ai 100 anni dalla nascita del campione abetonese.

Sull'Amiata appuntamento la notte del 24 dicembre con le tradizionali Fiaccole di Abbadia San Salvatore (Si), enormi cataste di legna alte anche sette metri che arderanno tutta la notte.

Valle di tradizioni anche la Garfagnana (Lu), che quest'anno si presenta con i giochi di luce sulla Rocca ariostesca di Castelnuovo di Garfagnana e sulle mura di Castiglione di Garfagnana; sempre a Castelnuovo ci saranno la casa di Babbo Natale e i Laboratori per bambini. In Lunigiana infine appuntamento al Rifugio la Gran Baita di Zeri, con tutte le specialità gastronomiche della valle e con i suoi sentieri: Zeri è infatti punto di partenza della GEA, la Grande escursione Appenninica, oltre che tappa dell'Alta via dei Monti Liguri e di Sentiero Italia (qui il resoconto della tappa lunigianese di Va’ Sentiero https://www.touringclub.it/notizie-di-viaggio/va-sentiero-capitolo-17-sulle-montagne-dellappennino-tosco-emiliano ).

www.multipassabetone.it

www.doganaccia2000.it

www.amiataneve.it

www.turismo.garfagnana.eu


www.zumzeri.eu

Redazione Nove da Firenze