Rubrica — Fiorentina

Nel salone dei Cinquecento la Hall of fame del calcio italiano

Dalla prossima edizione la Figc istituirà il premio Fair Play intitolato a Davide Astori


Sfilata di campioni nel salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio per la settima edizione della Hall of fame del calcio italiano. Il riconoscimento, istituito nel 2011 dalla Figc e dalla Fondazione museo del calcio, celebra giocatori, allenatori, arbitri e dirigenti che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del calcio italiano. Questo pomeriggio la cerimonia di premiazione dei vincitori 2018, alla presenza del sindaco Dario Nardella e dell’assessore allo Sport Andrea Vannucci. Sono entrati nella Hall of fame del calcio italiano: Alessandro Del Piero (Giocatore italiano), Ruud Gullit (Giocatore straniero), Osvaldo Bagnoli (Allenatore italiano), Sergio Campana (Dirigente italiano), Bruno Conti (Veterano italiano), Elisabetta Vignotto (Calciatrice italiana), Stefano Farina, Italo Allodi, Renato Dall’Ara e Arpad Weisz (Premi alla memoria). Come da tradizione i vincitori sono stati chiamati a consegnare un cimelio simbolico della loro carriera che andrà ad arricchire il Museo del Calcio di Coverciano. Dalla prossima edizione, ha annunciato il vice commissario federale Alessandro Costacurta, sarà istituito il premio Fair Play intitolato a Davide Astori.

Redazione Nove da Firenze