Natale a Firenze: da domani accensione degli alberi

Un successo oltre le più rosee attese la Festa dell’Immacolata per tutti i gusti. Tante le iniziative con le quali la magia itinerante del Natale entra nelle piazze e nei borghi più suggestivi della Toscana. Al Meyer una stella cometa ricca di momenti speciali


Da domani Firenze sarà illuminata da una nuova luce. Alle 18 prenderà il via F-light, il Festival delle luci, l’evento che dall’8 al 27 dicembre inviterà fiorentini e turisti a compiere un viaggio con la luce, un volo ideale tra le piazze della città e la volta celeste. Prima di dare il via al Festival, il Sindaco Dario Nardella accenderà l’albero di Natale nel Cortile della Dogana, in Palazzo Vecchio alle ore 17: grazie a delle speciali biciclette targate Enegan, il primo cittadino contribuirà all’illuminazione degli addobbi e pedalando sosterrà le iniziative della Fondazione Meyer. Allo stesso modo tutti i visitatori del Palazzo sono invitati a partecipare all’iniziativa benefica con le proprie pedalate, tutti i giorni fino al 27 dicembre. Da Palazzo Vecchio poi il Sindaco alle 18 raggiungerà Piazza Duomo, dove saranno accese le luci del grande albero di Natale: da quel momento tutti i luoghi di F-light prenderanno vita con installazioni luminose, videomapping, proiezioni: da Ponte Vecchio a Piazza Pitti, da Piazza San Firenze a Via Palazzuolo, passando per il Mercato Centrale e per le Porte dell’Oltrarno. F-light è un grande evento per celebrare la luce, fonte di energia universale, che si rinnova dal 2011 e quest’anno ha un rilievo speciale in occasione dell’Anno internazionale della luceproclamato dall’Unesco.

Giovedì 10 dicembre, dalle ore 15.30 in poi, Piazza Pier Vettori si accenderà di luci e suoni per prepararsi alle festività natalizie: un albero di Natale, fornito dall'amministrazione comunale e dal Quartiere 4 attraverso la Cooperativa di Legnaia, e decorato con addobbi realizzati dai bambini della Scuola primaria F. Petrarca che saranno in piazza a intonare canti natalizi per 3 pomeriggi durante queste festività, sarà illuminato grazie alle luci donate da SaveTheCity. Una giornata all'insegna del decoro e della cura degli spazi comuni, concetti alla base del progetto “PiazzaLiberaTutti” di SaveTheCity, ma altrettanto cari alla Fondazione Angeli del Bello che, per l'occasione, sarà al nostro fianco, allestendo un info point per chi vorrà aderire e prendersi cura della Piazza. SaveTheCity, Angeli del Bello e cittadini INSIEME per Piazza Pier Vettori, una forte collaborazione per promuovere decoro urbano e socialità. I bambini della Scuola primaria F. Petrarca, oltre a predisporre gli addobbi per l'Albero, saranno in piazza a inotnare canti natalizi. Inoltre, una bella novità: come sempre, SaveTheCity dimostra attenzione a tutto ciò che è tecnologia e innovazione, ecco perchè il 10 dicembre in Piazza Pier Vettori, insieme a WIMAN, sperimenterà il servizio wifi FREE, installazione che durerà circa un mese per dare al Comune la possibilità di valutarne la conservazione anche in futuro. E non finirà tutto il 10 dicembre: sabato 19, dalle 15 alle 18, torneremo di nuovo in piazza con il gruppo Firenze 14degli Scout Agesci, che allestiranno un albero in materiale riciclato (prevalentemente lattine) e realizzeranno una serie di giochi per animare la piazza coinvolgendo tutti i bambini e i ragazzi che vorranno partecipare.

Dall’8 dicembre al Mercato Centrale di Firenze sarà visibile un’installazione luminosa suggestiva e sorprendente, una grande opera a quattro mani realizzata da Michelangelo Pistoletto insieme al colombiano Juan E. Sandoval, a cura di Nicolas Ballario e Domenico Montano. Dunque il Mercato Centrale diverrà, per alcuni mesi, a tutti gli effetti una tappa fondamentale dell’offerta artistica fiorentina. L’inaugurazione è martedì (alle 19) alla presenza del Sindaco di Firenze Dario Nardella.

Molte famiglie fiorentine quest’anno hanno realizzato il presepe in anticipo rispetto all’appuntamento dell’Immacolata, giorno tradizionalmente dedicato all’addobbo delle case per le festività. Lo dimostrano le numerose iscrizioni già arrivate alle ‘Capannucce in città’, la manifestazione che da 14 anni premia tutti i bambini e ragazzi che realizzano o aiutano a realizzare in casa, in parrocchia o a scuola il presepe, vero significato del Natale. Probabilmente approfittando del lungo ponte dell'Immacolata, classi scolastiche, gruppi parrocchiali e famiglie hanno già inviato le loro adesioni con le immagini dei loro presepi alla 14 esima edizione di questa iniziativa nata nel Natale del 2002 per iniziativa di un gruppo di imprenditori e insegnanti, guidato da Mario Razzanelli, il professor Paolo Blasi e la professoressa Cesarina Dolfi. Numerose anche le richieste di informazioni che stanno arrivando in queste ore al Comitato Capannucce in Città anche da altre province della Toscana, in particolare da Pistoia, Pisa e Livorno. L’iscrizione è gratuita per tutti inviando una mail a capannucceincitta@gmail.com con l'elenco dei nomi e cognomi dei bambini iscritti e, se lo desiderano, una immagine del loro presepe.

Anche per il 2015 il gruppo dei presepisti della Parrocchia del SS. Nome di Gesù ai Bassi di Firenze, presenta il famoso Presepe artistico, che richiama da svariati anni una moltitudine di visitatori da ogni parte della città e da fuori, con oltre 20.000 presenze l'anno. Ovviamente sempre con novità e modifiche rispetto all’edizione passata, grazie al continuo lavoro iniziato nel mese di febbraio per renderlo ancor più suggestivo ed emozionante, riproponendo fedelmente i fatti narrati dai Vangeli con numerose scene in movimento e dialoghi diretti fra i vari personaggi.In particolare, il ciclo completo del Presepe dura circa 12 minuti. In esso sono rappresentate quattro scene principali, animate con dialoghi diretti fra i vari personaggi e commentate sempre da una voce fuori campo (narratore). In sequenza, subito a destra, i visitatori potranno ammirare la scena de “L’ANNUNCIAZIONE”, quindi “IL CENSIMENTO”, poi “LA NATIVITÀ” con l’arrivo dei Magi, ed infine “LA FUGA IN EGITTO” con il castello di Erode e il deserto sullo sfondo. Numerosi i personaggi in movimento intenti ai lavori manuali tipici dell'epoca: dal fabbro all'arrotino, dal calzolaio al fornaio, dal pescatore al taglialegna, dalla filatrice alla donna che tende i panni, e tanti altri. Attenzione ai vari “cambio-scena” ed alle scene in movimento: come l'arrivo dei Re Magi, San Giuseppe e la Madonna, nonché il lupo che si avvicina alle pecore per mangiarle e viene scacciato dal cane.Novità rispetto al 2014: vari personaggi, tra cui il contadino colto mentre zappa, e scenografie come l’alba, il tramonto, due donne che filano la lana il giorno e dormono nel letto la notte, il pastore dormiente, la scena del lupo e delle pecore.È disponibile un dvd sul Presepe ai Bassi, in vendita anche quest’anno al prezzo di 10 euro.

 “È Natale ogni volta che un bambino sta meglio”: è questo il messaggio che scandisce la campagna natalizia lanciata dalla Fondazione Meyer. E il simbolo della campagna, una grande stella cometa fatta di cerotti colorati, campeggia già sulla facciata di ingresso dell’ospedale pediatrico, offrendo una nota di allegria a tutti coloro che varcano la soglia della struttura durante il periodo delle feste. È un dicembre ricco di eventi quello che il Meyer si appresta a vivere, insieme ai bambini, ai genitori, alle associazioni di volontariato e a tutta la città. Si comincia giovedì 10 dicembre con la tradizionale accensione dell’albero di Natale collocato nella hall serra: a mezzogiorno in punto, un pulsante rosso darà il via all’illuminazione delle luci dell’abete “prestato” dal Corpo Forestale dello Stato, regalando un momento di grande emozione ai più piccoli. Ad addobbare l’albero saranno anche i bigliettini realizzati dai bambini del Meyer, con scritte e disegni ricchi di pensieri, desideri e sogni. Ogni giorno, poi, nella hall serra le associazioni che durante tutto l’anno offrono il loro contributo all’ospedale allestiranno stand natalizi per la consueta raccolta fondi. Tra le iniziative che contribuiranno a rendere speciale il periodo delle feste, spiccano le visite organizzate dalle forze dell’ordine cittadine. Il primo a entrare in azione, lunedì 14 dicembre, sarà il Reparto Sperimentale Volo dell’Aeronautica Militare: tra i momenti clou del programma, il ritrovo in Ludoteca, dove i bambini, tra le altre cose, potranno vedere filmati e provare a indossare caschi davvero speciali. Protagonisti di tutta la mattina di mercoledì 16 dicembre saranno i Carabinieri: la banda ufficiale dell’Arma farà un giro di tutto l'ospedale, sia all’esterno che dentro i reparti allietando i bambini con le musiche di Natale e portando a tutti piccoli doni. Giovedì 17 dicembre gli agenti della Polizia di Stato saranno presenti al Meyer accompagnati dai cani dell’Unità cinofila e offriranno una dimostrazione sul campo dell’infallibile fiuto dei quattro zampe. I bambini potranno vedere all’opera anche un robot degli artificieri e ammireranno le macchine d’epoca. Il cerchio si chiuderà la mattina del sabato 19 dicembre con la visita dei vertici della Guardia di Finanza che arriveranno al Meyer insieme ai rappresentanti della Fondazione Tommasino Bacciotti, distribuendo doni ai piccoli ricoverati nei reparti. Lunedì 21 dicembre, infine, il tradizionale appuntamento natalizio della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer al Teatro dell’Opera di Firenze: a partire dalle 17,30, nel Foyer del Teatro saranno presenti gli artisti e i professionisti delle attività di accoglienza del Meyer con il coordinamento dei Pupi di Stac: i bambini si divertiranno con burattini, clown, musicisti, laboratori creativi e operatori della Pet Therapy. Alle 20, sul palco del Teatro, andrà in scena lo spettacolo “Al canto, al ballo. Come un giorno nacque l’Opera a Firenze” con gli attori della Compagnia teatrale Venti Lucenti. L’ingresso a tutte le attività sarà gratuito presentando all’ingresso il biglietto di invito. Ogni invito è valido per l’ingresso gratuito di due persone adulte: i bambini in più saranno i benvenuti.

A Barberino l'onda natalizia si diffonde tra le atmosfere medievali del castello che si fregia del marchio turistico-ambientale Bandiera Arancione. Domani, martedì 8 dicembre, i tradizionali mercatini natalizi invaderanno le vie del centro storico. L’iniziativa è a cura delle associazioni locali ed è in programma dalle ore 15,30. Sarà presente, in forma itinerante, anche il presepe vivente interpretato e animato dai bambini e dai ragazzi del catechismo della Parrocchia di San Bartolomeo.

A Greve è attesa alle ore 17 l’accensione dell’albero in piazza Matteotti a cura del Centro commerciale naturale e della scuola primaria di Greve in Chianti unita alle degustazioni di bruciate, fettunta e vin brulè organizzate dalle associazioni Avg e Gruppo Insieme. Gli allievi della scuola primaria Domenico Giuliotti di Greve in Chianti intoneranno canti augurali. Dalle ore 18 piazza Matteotti si arricchirà del mercatino natalizio “Artigiani e non solo” e dalle ore 15 è previsto un momento di intrattenimento per bambini messo in piedi dall’associazione La Tarumba. Il palazzo comunale accoglierà alle ore 16 l’inaugurazione della mostra fotografica “Sandro Pertini, da partigiano a presidente” a cura di Pietro Milanesi. In occasione della festa di Santa Cecilia alla chiesa di Panzano si terrà la celebrazione della Santa Mesa (ore 10,30) con il concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi. Per le antiche vie del borgo aprirà i battenti una mostra di presepi ed opere d’arte ispirati al tema della Natività. A San Polo, in piazzetta Garibaldi, dalle ore 10 è previsto l’addobbo dell’albero di Natale con i genitori de “Il Cerchio” e del Comitato turistico. Saranno i ragazzi a rendere vivente il presepe. L’accensione dell’albero è prevista a San Polo alle ore 17 e un’ora dopo a Strada, in piazza Landi, grazie alla Pro Loco e ai rioni stradesi. Anche a San Casciano in piazza della Repubblica, dalle ore 10, è prevista una giornata di festa con i volontari di vari canili e rifugi, protagonisti di una campagna di sensibilizzazione sul gesto dell’adozione degli animali. Le vie del centro si animeranno di una ricca giostra di eventi e performance comiche per grandi e piccini.

Un calendario fitto di eventi nel centro storico di Rufina. Sta per prendere il via “Emozioni di Natale 2015” una serie di iniziative organizzate dal Comune di Rufina, nell’ambito dei festeggiamenti per il centenario, e dall’Associazione Commercianti. Il primo appuntamento è per sabato 12 dicembre: per tutta la giornata in Piazza Umberto I la Misericordia di Rufina promuoverà la vendita delle stelle di Natale a favore dell’Associazione Toscana Tumori, sarà inoltre aperta la “Casetta di Babbo Natale” e ci saranno anche i “Giochi d’Arte”. Per tutta la giornata la Caritas promuoverà anche una raccolta alimentare. Alle 20 all’enoteca di Villa Poggio Reale ci sarà la “Cena per i 100 anni del Comune di Rufina” organizzata dall’Associazione Cuochi Fiorentini (per prenotazioni basterà rivolgersi all’Associazione Commercianti). Domenica 13 dicembre alle 10 nell’area degli impianti sportivi, ci sarà l’inaugurazione del nuovo campo da tennis, inoltre per tutta la mattinata il Gruppo Fratres di Rufina promuoverà una donazione di sangue straordinaria. Domenica 20 dicembre dall’alba al tramonto in piazza Umberto I ci sarà il “Mercatino di Natale”, organizzato dall’Associazione Commercianti di Rufina. Alle 12,30, poi, al Circolo Arci di Rufina si svolgerà la “Festa dell’Anziano” con il pranzo di Natale. Alle 16 al Piccolo Teatro, spettacolo teatrale anch’esso dedicato agli anziani. Passato il Natale, domenica 27 dicembre alle 16 al Piccolo Teatro ci sarà lo spettacolo “Cenerentol…O” in collaborazione con la Fondazione Teseco per l’Arte Habanera Teatro. Domenica 3 gennaio alle 17,30 in Villa Poggio Reale si terrà il tradizionale Concerto Lirico “I tre Tenori”. Infine mercoledì 6 gennaio alle 10,45 al Piccolo Teatro “Befana a Teatro” al quale sono invitati tutti i bambini. Oltre a questo fino all’epifania i negozi di Rufina saranno aperti per facilitare lo shopping natalizio, e gli acquisti saranno allietati da musiche natalizie in diffusione per tutto il centro storico.

Spettacolare cornice di pubblico all’inaugurazione di “PresepiAmo Città di Pistoia”, prima rassegna non competitiva di presepi a ingresso gratuito organizzata dall’Associazione Culturale PresepiAmo in collaborazione con il Comune di Pistoia sino a mercoledì 6 gennaio 2016, festa dell’Epifania. Migliaia di persone hanno affollato l’incantevole Chiostro della chiesa di San Francesco a Pistoia per assistere alla cerimonia di apertura e visitare la mostra, a cui hanno partecipato il Vescovo, Sua Eccellenza Monsignor Fausto Tardelli, che ha benedetto presenti e presepi, l’assessore alla cultura del Comune Elena Becheri e il primo cittadino pistoiese Samuele Bertinelli, giunto in forma privata. Il taglio del nastro è stato affidato alla piccola Anastasia, a sostegno e in onore della quale è stata fondata “We love Anastasia”, organizzazione che coinvolge infermieri, medici e psicologi per restituire il sorriso alle famiglie con bambini colpiti da gravi malattie e che ha sede sul Viale Arcadia 33 a Pistoia, come la stessa PresepiAmo. Da sottolineare che, nel mese di esposizione, PresepiAmo raccoglierà fondi, una parte dei quali sarà devoluta proprio a “We love Anastasia”. Questi gli orari della rassegna: sino a Natale tutti i giorni feriali e festivi dalle 16 alle 19.30, la mattina su appuntamento (per gruppi e classi). Le mattine di Natale, Santo Stefano e domenica 27 dicembre dalle 10 alle 12. Prossimamente saranno comunicati gli orari sino all’Epifania.

Una grande folla ha accompagnato l'edizione invernale del Mercato nel Campo che è andata in scena sabato 5 e domenica 6 dicembre in Piazza del Campo a Siena. Duecentomila persone, tra turisti e cittadini, hanno affollato il centro storico per godere delle prelibatezze esposte nei 150 banchi di Piazza del Campo, oltre che per partecipare ricco cartellone di eventi dedicati a “Siena capitale italiana della cultura” e al gusto con laboratori, cooking show e attività per bambini. Da domani, martedì 8 a mercoledì 9 dicembre continuano le iniziative di “Tutto in Natale di Siena”, il cartellone di eventi organizzato dal Comune, con il sostegno di Banca Mps, in programma fino al 31 gennaio 2016.

Un week end di eventi tra cultura e commercio ha dato il via al mese di iniziative organizzate in vista del Natale a Chiusi. Sabato 5, in centro storico, Terzieri e Gec hanno organizzato la serata musicale “CAKOPHONIKA – la musica dentro”; domenica 6 alle 17.30 al Teatro Mascagni la Fondazione Orizzonti d’Arte ha portato in scena lo spettacolo Rap-Sodia. Lo stesso giorno (domenica 6 dicembre), a Chiusi Scalo, si è confermata un vero successo la Fiera della Stazione appuntamento atteso da centinaia di persone che, arrivate a Chiusi, hanno approfittato della ricca offerta per iniziare il classico giro natalizio di regali ad amici e parenti. Oltre che dalla fiera la domenica di Chiusi Scalo è stata caratterizzata, anche da altre due iniziative del centro commerciale naturale Chiusinvetrina. La prima è stata l’apertura di “Via delle Stelle numero Mille”, un mercatino allestito in via Pasubio con le migliori offerte dei commercianti dello Scalo e la seconda è stata l’inaugurazione del “Temporary Web” nataleachiusi.it, un vero e proprio catalogo online attraverso il quale, per la prima volta, l’offerta commerciale di Chiusi Scalo si è presentata sul web con un portale dove è possibile creare una personale lista dei desideri.

Redazione Nove da Firenze