Montella: "Ribery-Ronaldo una partita nella partita"

Vigilia di Fiorentina-Juve: il tecnico non si sente sotto esame e crede nella vittoria. "Spero in un gol di Chiesa". Debutto di Sarri sulla panchina bianconera in campionato. 40 mila spettatori allo stadio


Vigilia di Fiorentina-Juventus, la gara più sentita a Firenze. Si gioca di sabato alle 15, giorno e orario anomalo e i tifosi viola sperano che anomalo sia anche il risultato: la Juve dei record può perdere a Firenze?

Secondo il tecnico viola Montella sì, può perdere: "E' già successo e può risuccedere. E' soprattutto una questione di mentalità". In giro si dice che una sconfitta contro i bianconeri potrebbe costargli la panchina ma l'Aeroplanino è tranquillo: "Sento fiducia totale da parte della società, quelle voci non mi interessano. Abbiamo appena iniziato e cambiato tantissimi giocatori".

Per Montella la sfida tra Ribery e Ronaldo, i due numeri 7, assi del calcio mondiale, "sarà una partita nella partita perché tutti e due sono giocatori vincenti, ma noi è detto che a decidere il match sia uno di loro".

Potrebbe essere Chiesa, ad esempio: "Ora lo vedo felice - ha detto Montella - spero che finalmente possa segnare".

Quella di Firenze sarà anche la prima partita di campionato con Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus, dopo la brutta polmonite che l'ha colpito. alla vigilia del match, l'ex tecnico di Empoli e Napoli ha detto che fondamentale per vincere a Firenze sarà il possesso palla.

Allo stadio dovrebbero essere presenti circa 40mila spettatori di cui 2500 juventini.

Questi i 23 convocati viola: Badelj, Boateng, Caceres, Castrovilli, Ceccherini, Chiesa, Cristoforo, Dalbert, Dragowski, Ghezzal, Lirola, Milenkovic, Montiel, Pezzella, Pulgar, Ranieri, Ribery, Sottil, Terracciano, Terzic, Venuti, Vlahovic, Zurkowski.

Redazione Nove da Firenze