Rubrica — LifeStyle

Moda e musica nel futuro delle Dellai Twins

Le gemelline dello scandalo, Eveline e Silvia, ieri sera ospiti del Sexy Disco Excelsior


Firenze, 12 maggio 2019 – Tanti progetti dentro e fuori dall’industria dei film per adulti: le “gemelline dello scandalo” si raccontano. Protagoniste ieri sera di uno show sul palco del Sexy Disco Excelsior, Eveline e Silvia Dellai, gemelle nate in Trentino da padre italiano e madre ceca, hanno raccontato dei loro esordi, della scelta di lavorare insieme nell’industria dell’hard e di quello che hanno in programma per il prossimo futuro.

Non è la prima volta che venite a Firenze vero?

«No, ci siamo state già diverse volte...».

Quindi vi piace la città…

«Sì, ci piace molto. A noi piace tutta l’Italia».

Voi avete venticinque anni, da quanto tempo fate questo lavoro?

«Sono già quattro anni».

Voi siete sorelle…

«Sorelle gemelle».

Ok, chiaramente per quello che fate siete state spesso al centro di polemiche. Come avete cominciato e come rispondete alle critiche che vi vengono mosse?

«Eveline ha iniziato a lavorare nel mondo adult – spiega Silvia - e io ho pensato che per il pubblico sarebbe stata una cosa totalmente nuova e fuori dagli schemi. Quindi dopo un mese ho iniziato anche io, anche se prima non volevo. E la gente ovviamente è rimasta colpita da questa cosa…». «Ho pensato che sarebbe stato meglio fare questa cosa con la propria sorella – interviene Eveline – piuttosto che con una sconosciuta». «Lo facciamo per lavoro; vogliamo fare business. E non ci importa cosa pensa la gente: se noi siamo felici è tutto ok».

C’era un tempo in cui il l’intrattenimento per adulti era fatto di grandi registi e grandi produzioni. Adesso, con internet, le cose sono cambiate. Pensate che internet sia stato un facilitatore o che abbia cambiato in peggio?

«Internet ha un po’ rovinato il mondo dell’industria per adulti, ma è anche vero che la gente vuole vedere cose più vere, reali. Con internet quasi tutti possono diventare protagonisti in questo mondo: una persona normale può benissimo prendere il telefono e registrare un film. Quindi ci sono attrici e attrici; ci sono tantissime ragazze che fanno film ma sono poche quelle che diventano famose, hanno una carriera breve, di uno o due anni. Per noi internet non è uno svantaggio ma è più bello fare i grandi film anche se le grandi produzioni sono poche ormai».

E nel vostro futuro che progetti ci sono? Per quanto tempo ancora continuerete a fare questo lavoro?

«Per me – spiega Eveline – il mondo dell’hard non è la priorità. Voglio continuare a girare ma vorrei rallentare un po’. Io ho lanciato una linea fashion con il mio nome». «Io da un anno ho iniziato a fare la dj – spiega invece Silvia -. Mi piace tanto la musica e ho tante richieste, quindi rispetto a prima ho rallentato i ritmi nel mondo dell’hard, adesso sono molto più selettiva nella scelta delle produzioni. Ad agosto inizierò a suonare come dj anche in Italia ma non dimentico che sono una pornostar. Facciamo ancora molti spettacoli in Italia a Praga».

Sempre insieme…

«Sì, ma anche separate perché a volte ci sono produzioni in cui, ad esempio, non possono essere presenti ragazze tatuate (Silvia ha molti tatuaggi, incluse due ali d’angelo sulla schiena, ndr) o al contrario in cui le ragazze devono essere tatuate… Ma al momento giriamo tanto insieme. E per il futuro vorremmo lanciare una nostra casa di produzione».

Redazione Nove da Firenze