ISIS: il fenomeno che spaventa il mondo

Minacce islamiste anche in Toscana? Forza Italia: : «Quattro casi in pochi giorni, necessario tenere alta la guardia»


Fa scalpore l'elenco di appartenenti attuali (o nel passato) a cellule qaediste in Italia diffuso da Washington e riportato oggi da numerosi siti e organi di stampa: il residente a Firenze risponde al nome di Hussein Mahamud Abdullkadir.

«Lo studente turco espulso dalla Normale di Pisa per simpatie islamiste, la presenza a Firenze di un “terrorista globale” inserito nella lista nera degli Stati Uniti, la permanenza sul territorio toscano si soggetti vicini all’Islam radicale, la Torre di Pisa in apertura di un video di matrice jihaidista: quattro recenti notizie che non fanno che rafforzare le nostre preoccupazioni. Non cediamo ai facili allarmismi, ma neanche all’ipocrita buonismo o alla minimizzazione: la minaccia c’è anche nelle nostre città, simboli della cultura e della civiltà occidentale, e oggi più che mai è necessario tenere alta la guardia. Non si tratta di alimentare la caccia alle streghe, ma rivendicare per tutti i cittadini il diritto a vivere in sicurezza, senza il timore che da un momento all’altro possano accadere fatti drammatici». Così Tommaso Villa, consigliere regionale di Forza Italia e vicepresidente della V Commissione.


Il sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, ha salutato, insieme all'Assessore al Nuovo Welfare di Comunità Luigi Ricci, una delegazione della comunità islamica di Campi Bisenzio nel corso di una visita di alcuni rappresentanti a Villa Rucellai, guidata da Kachach Bendaoud responsabile del centro culturale islamico. “Alla luce dei recenti fatti che hanno funestato molti Paesi, questo incontro ha un alto valore simbolico – ha detto Fossi - perché il sindaco è il rappresentante di una comunità che è composta da tante realtà anche diverse tra di loro, per tradizioni, fede religiosa e nazionalità. Campi Bisenzio, da sempre, si caratterizza per essere luogo di accoglienza di tutti, senza discriminazioni di nessun tipo. Un impegno, questo, che l’Amministrazione ha sempre avuto e che vogliamo continuare a sottolineare con ancora più forza, perché crediamo che il dialogo sia un valore importante da trasmettere agli altri e da diffondere”.



Giovedì 22 gennaio, alle ore 18.00, Il Circolo Vie Nuove nell'ambito della due giorni "Il fenomeno ISIS: analisi, storia e prospettive", presenta il secondo incontro, quello effettivamente dedicato ad un'analisi geopolitica, affrontando insieme agli ospiti presenti la questione degli equilibri che si stanno andando a disegnare in presenza dei nuovi fondamentalismi e un focus complessivo sull'attuale scena internazionale. Per questo secondo appuntamento: "ISIS: il fenomeno che spaventa il mondo", interverranno: Daniele Scalea (direttore gen. 'Istituto di Alti Studi in Geopolitica di Roma), l'On. Andrea Manciulli (presidente della delegazione italiana presso l'Assemblea parlamentare della NATO con l'incarico del rapporto NATO su terrorismo internazionale) e il Prof. Gian Paolo Calchi Novati ('Ispi e Univ di Pavia). Ingresso libero - v.le Giannotti, 13 Firenze tel. 055.683388 / vienuove@vienuove.it

Redazione Nove da Firenze