Rubrica — Editoria Toscana

Metà di me: racconto di una storia vera di caduta e resurrezione

Il romanzo di Laura Feri presentato venerdì 5 febbraio 2016 alle ore 18,00 alla Biblioteca delle Oblate a Firenze


Una storia molto commovente di Rebecca una ragazza disabile a causa di un’emorragia cerebrale che non dovrà fare i conti con la gente ma anche con la riabilitazione questo crea in lei un senso di smarrimento anche a causa della perdita del suo impiego ma grazie al supporto morale di parenti ed amici ed ad un ragazzo con lo stesso problema riesce ad andare avanti.

Il libro di Laura Feri giornalista fiorentina “ Metà i me”di 192 pagine, edito nel 2015 dalla Polistmpa ed acquistabile al prezzo di 12 euro che sarà presentato venerdì 5 febbraio 2016 alle ore 18,00 alla presenza dell’autrice, di Bruna Galante – Giornalista, Benedetta Parrini _ docente di lingue e letterature straniere e di Giorgio Monteforti – consulente editoriale. Racconta la storia di rebecca, una trentaduenne come tante altre svolge attività lavorativa, ha un fidanzato, una vita normale ma un’emorragia cerebrale non la paralizza nella metà destra del corpo, oltre a farle perdere gran parte della memoria.

Inizia un vero e proprio calvario, in cui Rebecca non dovrà soltanto fare i conti con la degenza e la lunga riabilitazione, ma perderà il proprio impiego e, a tratti, anche la speranza di tornare a vivere un’esistenza appagante. Tra le persone a lei vicine ci sono amici, familiari e anche Lorenzo, un ragazzo che ha il suo stesso problema. I due finiranno per trovarsi sempre più vicini, sostenersi a vicenda, affrontare insieme il cammino verso un’insperata felicità. Senza cadere nella retorica e nei facili sentimentalismi, l’autrice riesce a calarsi nei panni di una persona disabile senza perdere il dono dell’ironia e la capacità di alternare momenti tragici ad altri più leggeri e positivi.

Editoria Toscana — rubrica a cura di

E-mail: