Marcia dei Ristoratori: il 'cammino degli inessenziali' fino a Roma

foto dell'estate scorsa

Domani alle 10 la partenza da Ponte Vecchio e poi via a piedi verso la capitale in 10 giorni: ecco le tappe. Partecipano anche ambulanti, artigiani, tassisti e commercianti. L’hashtag è #contearriviamo


Un flash mob per rilanciare il grido di dolore della categoria dei ristoratori ed una lunga marcia, a piedi, per arrivare da Firenze a Roma. Nasce sotto l’hashtag #contearriviamo la protesta messa in piedi dai Ristoratori Toscana e da Tni, Tutela Nazionale Imprese, che grazie al tam tam social ha raccolto subito adesioni in tutto il mondo: tra queste, Tokyo, Dubai, New York, Londra, Parigi, Amsterdam e Berlino.

I ristoratori, appoggiati da tantissime categorie particolarmente colpite dall’emergenza Covid, quali ambulanti, artigiani, tassisti e commercianti, si daranno appuntamento il

4 novembre, ore 10, sul Ponte Vecchio

Dopo il sit in, che avverrà rispettando le norme di sicurezza anti Covid, una parte dei partecipanti inizierà il 'Cammino degli inessenziali' fino a Roma. Un viaggio di circa dieci giorni che prenderà il via sempre da Ponte Vecchio e richiamerà, nel suo spirito, la manifestazione pacifica portata avanti da Mahatma Gandhi contro la tassa sul sale, passata alla storia come la 'Marcia del sale'.

Ecco le tappe del percorso:

4 novembre: partenza da Ponte Vecchio con pernottamento a San Casciano

5 novembre: San Gimignano con pernottamento Monteriggioni

6 novembre: Siena. Pernottamento a Buonconvento

7 novembre: San Quirico d'Orcia, pernottamento Acquapendente

8 novembre: pernottamento a Bolsena

9 novembre: pernottamento a Monte Fiascone

10 novembre: pernottamento a Viterbo

11 novembre: pernottamento a Sutri

12 novembre: pernottamento a La Storta

13 novembre: arrivo a Roma

Redazione Nove da Firenze