Maltempo su Firenze e Toscana: allerta gialla prolungata fino a domattina

Nel capoluogo regionale la proroga più che per le precipitazioni si è resa necessaria per la saturazione dei terreni non in grado di assorbire l’acqua piovana. Sulla montagna domani gli impianti sciistici saranno chiusi


Prorogata fino alle 10 di domani domenica 24 novembre l'allerta gialla a Firenze per rischio idrogeologico e idraulico del cosiddetto “reticolo minore”, ovvero i corsi d’acqua secondari come Ema, Mugnone e Terzolle. E' la novità contenuta nel nuovo bollettino del Centro funzionale regionale (Cfr) per la zona che riguarda, oltre alla nostra città, anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. 

La proroga più che per le precipitazioni, che saranno modeste, si è resa necessaria per la saturazione dei terreni non in grado di assorbire l’acqua piovana.

A livello regionale, una profonda area depressionario proveniente da nord-ovest è in graduale spostamento verso le coste tirreniche; in arrivo un sistema frontale accompagnato da forti venti di Scirocco. La Sala operativa della protezione civile regionale ha esteso il codice giallo per pioggia fino alle ore 10 di domenica 24 novembre e a tutta la Toscana. Esteso, sempre fino alle ore 10 di domani, anche il codice giallo per vento e mareggiate, limitatamente alle aree meridionali (costa, dalla foce dell'Arno, Arcipelago, bacini Fiora, Albegna e Ombrone grossetano).

Oggi, sabato, piogge inizialmente sul nord-ovest e zone costiere, in graduale estensione dal pomeriggio e in particolare dalla sera al resto della regione. Attenuazione delle precipitazioni nel corso della mattinata di domani, domenica. In serata nuovo peggioramento sulle zone appenniniche e centro-nord della regione. Dal tardo pomeriggio di oggi, sabato, fino alla mattinata di domani, domenica, possibilità di locali temporali su Arcipelago, costa e grossetano.

Sempre per oggi, sabato, fino alla mattinata di domani, domenica, forte vento di Scirocco in Arcipelago (temporaneamente anche molto forti), lungo la costa centro-meridionale e immediato entroterra, e sull'Appennino settentrionale. Dalla tarda mattinata di domani, domenica, graduale attenuazione. Dalla sera nuova rotazione a nord-est e intensificazione sulle zone appenniniche.

Oggi, sabato, moto ondoso in graduale aumento fino a mare agitato in serata al largo sui bacini meridionali e sulle coste esposte allo Scirocco. Mare molto mosso o localmente agitato a nord dell'Elba. Attenuazione del moto ondoso dalla mattina di domani, domenica.

Maltempo sulla montagna

Domani domenica 24 novembre gli impianti saranno chiusi su tutto il Comprensorio pistoiese. In Val di Luce, dove era stata annunciata la possibile apertura di alcuni impianti, ci hanno provato e hanno lavorato tanto nei giorni scorsi per garantire l'agibilità di alcuni tracciati. Ma le piogge abbondanti della questa notte, il forte vento e le cattive previsioni anche per domenica non consentono nessuna apertura.
Come comunicato già in precedenza però la neve in quota è abbondante. In caso di abbassamento delle temperature (previsto per la fine della prossima settimana) sarà possibile intervenire con i cannoni alle quote più basse. Una situazione dunque che al momento lascia ben sperare per future aperture. Adesso bisogna aspettare che passi questa ennesima perturbazione, che purtroppo sta arrecando danni in molti territori.

Redazione Nove da Firenze