Maltempo, allerta gialla per vento e gelo

Nevicate al Passo della Consuma e Appennino, fino alla mezzanotte di domenica. Ghiaccio alla Raticosa e alberi pericolanti ovunque. Ieri allagata la sede ferroviaria a Serravalle Pistoiese


FIRENZE- In arrivo pioggia, vento e ghiaccio e qua e là anche una spruzzatina di neve. La sala operativa unificata della protezione civile regionale ha emesso alle una di oggi pomeriggio un'allerta che vale dalle otto di stasera, sabato, fino alla mezzanotte di domenica. Il codice è arancione per Lunigiana, Garfagnana, Mugello ed Appennino, Val Tiberina e Casentino, ma anche per la piana tra Lucca e Pistoia, il bacino di Bisenzio ed Ombrone e la Versilia. Colore giallo nel resto della Toscana.

Allerta gialla per rischio vento e gelo anche a Firenze: per il ghiaccio le criticità inizieranno stasera, 9 dicembre, alle 20 per concludersi alle 12 di domani, domenica 10 dicembre; l’allerta vento comincerà invece domani, 10 dicembre, a mezzogiorno, per concludersi a mezzanotte.

La Sala di Protezione civile della Città Metropolitana comunica che stamani si sono registrate lievi nevicate al Passo della Consuma, sulla Sr 70, e segnalazioni per ghiaccio al Passo della Raticosa - Sr65 da Firenzuola a Montalbano. "Gli operatori della Viabilità della Città Metropolitana stanno intervenendo sul posto - sottolinea Angelo Bassi, consigliere della Metrocittà delegato alla Protezione civile- A causa dell'abbassamento delle temperature, dell'alta umidità e delle possibili precipitazioni nevose previste, ricordiamo che sono obbligatorie le dotazioni invernali e raccomandiamo massima attenzione alla guida".

Pioggia

Ieri a causa delle intense piogge che hanno allagato la sede ferroviaria nei pressi di Serravalle Pistoiese, la circolazione dei treni è stata interrotta tra Pistoia e Montecatini. Per garantire la mobilità, malgrado le difficoltà del reperire gli autobus nel fine settimana festivo, è stato attivato un servizio sostitutivo fra le stazioni di Pistoia e Montecatini.

La maggiore criticità è la pioggia attesa per domani, domenica, a partire dal settore nord-ovest, ovvero Lunigiana, Garfagnana, alto pistoiese ed Apuane. La pioggia è la conseguenza di un'intensa perturbazione nord atlantica in arrivo. Si prevedono fenomeni persistenti e abbondanti sui rilievi, fin dalla mattina, che si intensificheranno nel pomeriggio, quando si allargheranno anche al resto della Toscana ma con piogge sparse e generalmente di lieve intensità, moderate a tratti su Amiata, Casentino, Pratomagno e Val Tiberina. Sulle aree di nord-ovest i cumulati attesi sono medi abbondanti, tra i 60 e i 70 millimetri, con massimi molto elevati, anche oltre 150 millimetri, sui rilievi esposti al flusso. Sul resto della regione si prevedono cumulati medi localmente significativi con massimi non elevati, eccetto Amiata e Casentino dove potranno essere superiori, e intensità orarie massime generalmente moderate o a tratti forti sui settori sempre di nord-ovest.

Vento e ghiaccio
Non è attesa comunque solo la pioggia. Il maltempo e la giornata di festa, non hanno contrastato il pronto intervento degli uomini del Consorzio bonifica 1 Toscana Nord, al lavoro dal giorno dell'immacolata per scongiurare il pericolo crollo di alcuni alberi, resi pericolanti dal forte vento di giovedì. Pericolo evitato dunque a Caprigliola, dove si procede in stato di somma urgenza, con la rimozione di due grossi pioppi che si sono inclinati pericolosamente a causa di pioggia e vento, minacciando la viabilità. Il gruppo delle alberature presenti in quel tratto del Magra era ben noto ai tecnici del consorzio, che proprio per evitare il cedimento di rami o fusti sia verso la strada che nel fiume, avevano programmato il taglio nel Piano delle Attività, da svolgere nei primi mesi del 2018. L'emergenza meteo ha anticipato la rimozione, che adesso, in regime di urgenza, riguarda i due alberi divenuti pericolanti. Per procedere in sicurezza, gli uomini del Consorzio stanno intervenendo dalla strada, con un cestello mobile e per questo il transito è limitato ad una corsia. I lavori, urgenti, si concluderanno in giornata.

Nell'avviso meteo del centro funzionale del settore idrogeolico regionale, elaborato anche sulla base dei dati forniti dal Lamma toscano, si parla pure di vento e ghiaccio. Nella mattinata di domenica i venti da sud, sud-ovest a partire dalle aree costiere e sui rilievi appenninici si intensificheranno gradualmente e nel pomeriggio si gonfieranno anche in pianura. Sono attese raffiche molto forti sui crinali appenninici e nelle aree a questi sottovento, forti sul resto della regione. Il mare sarà da molto mosso ad agitato nel pomeriggio. Tra la sera del sabato e la mattina della domenica si potrà formare ghiaccio nelle aree appenniniche interessate dalle recenti precipitazioni.

Neve
Quanto alla neve, la previsione rientra nell'andamento della stagione. Ci potranno essere deboli nevicate anche a bassa quota e in pianura, la mattina e fino al primo pomeriggio, su Lunigiana, Garfagnana e, localmente, tra Lucca e Pistoia. Gli accumuli saranno comunque poco abbondanti o localmente abbondanti. Poi, con il passare delle ore, la quota neve tornerà ad alzarsi verso collina e montagna. La neve potrebbe fare la sua comparsa nell'alto Mugello, Casentino e Valtiberina già oggi, sabato.

Redazione Nove da Firenze