Rubrica — Spettacolo

Luigi Dallapiccola al Teatro del Maggio

Appuntamento lunedì 14 con il primo dei tre eventi del ciclo


Appuntamento lunedì 14 maggio alle 20 con il primo dei tre eventi dedicati a Luigi Dallapiccola, grande protagonista della musica del Novecento, in programma al Teatro del Maggio. Il concerto è il primo di musiche dallapiccoliane dedicato al compositore istriano-fiorentino nella storia del Maggio e si intitola “Dalla (piccola) musica da camera”. I brani ripercorrono il suo magistero attraverso il repertorio vocale, profano e sacro, con Susanna Rigacci soprano e Mario Ruffini alla guida dei Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino durante il quale verranno eseguiti il Divertimento in quattro esercizi, le Liriche di Anacreonte, le Liriche di Machado, Tre Laudi, Piccola musica notturna e per finire Commiato. In apertura verrà eseguita L'arte della fuga di Johann Sebastian Bach e prima de Le tre Laudi, spazio a Eine Kleine Nachtmusik, di Wolfang Amadeus Mozart.

Il concerto rientra nel progetto “Dallapiccola torna in città” che vede tre eventi al Teatro del Maggio e circa 40 appuntamenti in città. Il 19 giugno spazio ad una giornata di studi dal titolo Il Novecento di Luigi Dallapiccola. Riflessioni sul tempo di guerra con musica, immagini e parole, alla quale parteciperanno studiosi e pensatori come Luciano Alberti, Carlo Sisi, Enrico Girardi, Paolo Petazzi, Quirino Principe, Mila De Santis, Eleonora Negri e Marco Vallora, i cui interventi saranno intervallati da musica e documentari d’arte realizzati da Dallapiccola nel tempo del Prigioniero. E infine la messa in scena de Il Prigioniero (19, 21 e 23 giugno), l'opera più sofferta di Luigi Dallapiccola riproposta al pubblico del Maggio a 70 anni dalla conclusione della composizione con la presenza del maestro Zubin Mehta sul podio e la regia e coreografia firmate da Virgilio Sieni.

Redazione Nove da Firenze