"Lombardi in lockdown nelle seconde case toscane? Monitoriamo"

Il presidente Giani a Radio1: "Non sarebbe giusto". Elogi al premier Conte: "Ha usato buon senso". Sul tecnico viola: "Iachini grande uomo, mi piace moltissimo. Se fosse passato il suo momento? Prandelli è un mito"


Se c'è possibilità che qualche lombardo, con la prospettiva del lockdown, venga in Versilia nelle seconde case al mare? “E' possibile, questa possibilità c'è. Per il momento non ho segnali a riguardo, indubbiamente monitoriamo questo fenomeno, perché non sarebbe giusto. Vediamo cosa succede”. Così a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana.

“Conte? Ieri ha detto cose di buonsenso, quello che si doveva dire: nel dividere in tre le zone d'Italia ha ragionato in modo unitario”. Così ancora Giani. Per Musumeci dall'ultimo Dpcm vengono salvate regioni di sinistra. Lei cosa ne pensa? “No, questo no, lo escludo, si lavora con grande serietà”. Il governatore Fontana ha detto che la sua regione zona rossa è uno schiaffo ai lombardi. “Tutti ci impegniamo allo stesso modo, questo è oggettivo, non è una classifica e bisogna vivere questo momento con spirito unitario”. Secondo lei quando potremmo sconfiggere il virus? “Confido nel fatto che vi possano esser terapie più incisive già da febbraio/marzo”. Qual è l'RT della sua regione attualmente? “Qui l'RT è sotto l'1,5, quindi soddisfacente”, ha detto a Rai Radio1 Giani.

Una domanda sulla Fiorentina, sulla questione allenatore. "Se mi piacerebbe Prandelli allenatore della Fiorentina nel caso esonerassero Iachini? Per me Iachini è un grande uomo, ha una personalità straordinaria e mi piace moltissimo. Se però fosse passato il suo momento come allenatore, allora a quel punto per me Prandelli è un mito, ha portato la Fiorentina in cinque anni ad avere soddisfazioni uniche. Il suo ritorno sarebbe bellissimo”, ha chiosato il presidente della Toscana.

Redazione Nove da Firenze