Rubrica — Mostre

Livorno, un anno di Museo

Il primo compleanno del Museo della Città. Arte, suono, musica, danza, performance nel progetto inciampi a cura di Paola Tognon


Il 30 aprile 2019 il Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea di Livorno compie un anno e festeggia con la presentazione di nuove opere e progetti site specific che coinvolgono le arti visive, la musica, il suono, la danza e la performance, e vanno ad implementare il progetto inciampi (14 marzo – 29 settembre 2019) a cura di Paola Tognon.


Tra i nuovi lavori il progetto Non sarai mai solo dell’artista Ruth Beraha che presenta a Livorno una ricerca intorno ai temi dello sport e della discriminazione, entrambi giocati sull’ambiguità delle rappresentazioni e dei loro rimandi visivi e semantici. Sei opere e una performance, Non sarai mai solo, che titola l’intero progetto espositivo, e rappresenta una ricerca di molti mesi con il coinvolgimento del territorio. Ruth Beraha è anche vincitrice del Premio Fattori Contemporaneo 2018 inserito come premio speciale dei Musei civici di Livorno nel Combat Prize, manifestazione che giunge alla sua decima edizione nel 2019.

In parallelo la presentazione delle opere, e inciampi, di Helena Hladilova e Francesco Carone, provenienti dal fondo React, importante donazione che il Comune di Livorno ha ricevuto tra il 2018 e il 2019, composta da una serie di lavori site specific realizzati per la chiesa del Luogo Pio, spazio oggi ristrutturato e inserito nel percorso del museo.

Sono due anche gli omaggi speciali di questo primo anniversario: a Renato Spagnoli, importante artista, recentemente scomparso, attivo a Livorno dagli anni Sessanta sul quale si è avviato un significativo lavoro di analisi della sua ricerca; a Lindsay Kemp, artista coreografo e danzatore che ha scelto di vivere a Livorno, scomparso nell’estate del 2018, ricordato attraverso le fotografie di Claudio Barontini, realizzate nella casa privata di Kemp nel 2017 e 2018.

L’occasione del compleanno è una serata che vede la condivisione e la collaborazione del museo con altri enti e istituzioni culturali del territorio, partecipano, infatti: la Fondazione Trossi Uberti con la realizzazione di disegni, sketch e fotografia dal vivo di maestri e allievi dei suoi corsi d’arte; il Coro Rodolfo del Corona, diretto dal Maestro Luca Stornello, che è protagonista della performance Non sarai mai solo di Ruth Beraha; l’Atelier delle Arti e Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni con l’azione coreografica e musicale A Fior di Pelle nella corte e negli spazi del museo; l’associazione Carico Massimo, che presenta per la prima volta l’intera collana delle edizioni legate ai suoi progetti artistici; la Fondazione Teatro Goldoni – Bottega d’Arte, con delle azioni vocali dedicate ai contenuti del Museo della Città.

Queste opere, questi inciampi, per celebrare il primo anno di attività del museo, vanno ad aggiungersi all’installazione di Eva Frapiccini Il pensiero che non diventa azione avvelena l'anima (inciampo 01) e al progetto site specif All’imbrunire di Alfredo Pirri (inciampi 02, 03, 04) inaugurate rispettivamente il 14 marzo e il 6 aprile e a tutti gli inciampi che si inseriranno fino al 29 settembre 2019.

La serata prevede visite guidate tematiche e narrative tra le opere e le collezioni per i Servizi educativi dei musei a cura delle cooperative Agave, Itinera e Coop Culture e si conclude con il dj set di Neon/Noon.

Il Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea, inaugurato il 30 Aprile del 2018 sul masterplan di Adolfo Natalini, progetto definitivo di Giuseppe Di Pietrantonio e Melania Lessi, con il progetto esecutivo e d’allestimento di Guicciardini & Magni Architetti, è diventato un polo culturale vivace che sintetizza storia e contemporaneità di Livorno. Al piano superiore la Biblioteca Labronica Guerrazzi, al piano terra un percorso museale diviso in due sezioni, differenti per ambienti e per contenuti: i settecenteschi Bottini dell’Olio dove ha sede il Museo della Città con una scelta di opere d’archeologia e arte, fotografie e oggetti legati alla storia del territorio e la sezione del Luogo Pio che ospita opere di arte moderna e contemporanea appartenenti alle collezioni civiche di Livorno.

Nel Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea gli inciampi sono progetti, opere e installazioni site specific di artisti contemporanei che frammentano, in modo inaspettato, la continuità delle collezioni. Progetto in progress curato da Paola Tognon, Direttrice dei Musei civici di Livorno.

Redazione Nove da Firenze