Livorno: morto Giorgio Kutufà, fu presidente della Provincia

Aveva 72 anni ed era affetto da un male incurabile. Il cordoglio del governatore Rossi: "Persona perbene, politico appassionato e lungimirante". Il sindaco labronico Salvetti: "Ruolo di assoluto protagonista nella nostra città"


“Kutufà era una persona perbene, un politico appassionato e lungimirante. Per me è stato un amico leale e affettuoso e mi mancherà molto. Sono vicino ai suoi cari, a cui esprimo il cordoglio mio e della giunta regionale”. Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, appresa la notizia della scomparsa di Giorgio Kutufà, 72 anni, ex presidente della Provincia di Livorno (dal 2004 al 2014) ed esponente del Pd labronico. Da qualche tempo era affeto da una malattia incurabile.

“Giorgio era molto legato alla sua città – ricorda Rossi – ma seppe mettere le sue qualità umane e di amministratore al servizio di tutta la comunità toscana, svolgendo con competenza e impegno il ruolo di consigliere regionale per dieci anni”.

Questo il messaggio di cordoglio del sindaco Luca Salvetti.
"In un tardo pomeriggio di inizio marzo dello scorso anno, quando ragionavo sulla possibilità di accettare l’invito ad intraprendere il percorso che mi ha portato alla carica di Sindaco, Giorgio Kutufà mi parlò in maniera molto sincera ed incisiva, un discorso di 10 minuti che fu un concentrato di praticità e allo stesso tempo visione politica di alto livello. Parole che sono state decisive nell'indirizzare tutto ciò che è accaduto dopo e che hanno confermato ciò che avevo potuto saggiare in decenni di attività giornalistica in cui ho raccontato la città nella quale Giorgio ha svolto un ruolo di assoluto protagonista.La sua scomparsa è una grave perdita per la città perché la sua passione politica e l’impegno per le istituzioni hanno rappresentato molto per Livorno, la sua scomparsa è un peso enorme per me in virtù del fatto che se ne va una bella persona con cui ho condiviso tante situazioni e molti progetti fondamentali per la nostra città. In conclusione volevo segnalare che nel pomeriggio mi è giunta la lettera del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli che ha voluto esprimere alla famiglia e all'intera città le condoglianze per la scomparsa “di un uomo generoso, politico competente e punto di riferimento della vita democratica di Livorno”.
Giorgio Kutufà era nato il 10 aprile 1948 a Livorno, dove ha sempre vissuto. Ha lottato per sei anni contro un male incurabile affrontando la malattia con grande coraggio e volontà, mai sottraendosi ad innumerevoli interventi sia in Italia che all'estero. Lascia la moglie Daniela, i figli Ilaria e Luigi e le amate nipotine Emma e Anna.Nella sua lunga carriera politica ha ricoperto importanti cariche istituzionali, mantenendo fino all'ultimo interesse per la politica e la vita amministrativa della città. E’ stato presidente della Provincia di Livorno per 10 anni, dal 13 giugno 2004 al 14 ottobre 2014.In precedenza la sua carriera politica lo aveva visto consigliere comunale a Livorno per tre mandati amministrativi (dal 1970 al 1985), e consigliere della Regione Toscana dal 1985 al 1995. Dopo lo scioglimento della DC ha aderito al Partito Popolare Italiano, quindi alla Margherita e successivamente al Partito Democratico.Oltre alla passione per la politica e all’impegno nelle istituzioni, non va dimenticata la sua lunga carriera di manager e di docente. Laureatosi nel 1973 alla facoltà di Economia di Pisa con 110 e lode, è stato per 6 anni insegnante negli istituti superiori, dottore commercialista e poi, dal 1980 ininterrottamente fino al 2007, ricercatore dell’Università di Pisa e docente di Tecnica di Borsa, formando diverse generazioni di studenti che lo ricordano con grande stima e affetto. Dal 1978 è stato anche nel consiglio d’amministrazione della Banca Toscana di Firenze, presidente di Fidi Toscana Spa e presidente di SICI Sviluppo Imprese Centro Italia.

Redazione Nove da Firenze