Le mascherine della Supercazzola

5 anni fa la Supercazzola entra nel vocabolario della lingua italiana. Nuovo sito e nuove mascherine


Il 18 Novembre 2015 Amici Miei compì 40 anni e la parola supercazzola, vero tormentone del film, entrò di diritto nel vocabolario della lingua italiana Zingarelli.

La Supercazzola nata con il Conte Mascetti di Amici Miei nel 1975 è un termine, un neologismo, un modo di dire, un modo di pensare, un modo di essere e soprattutto forse il simbolo dei film della commedia italiana degli anni ’70 ’80. Entrato di diritto nel vocabolario della lingua italiana, la Supercazzola è ora un sito il cui scopo è quello di portare avanti il ricordo di quella gloriosa stagione cinematografica nata grazie a registi e interpreti come Mario Monicelli, Pietro Germi, Steno, Luciano Salce, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Paolo Villaggio, Vittorio Gassman, Lino Banfi, Renato Pozzetto e moltissimi altri. Assieme a questi grandi nomi, tutti i film che hanno davvero fatto la storia del cinema e che formano parte del nostro panorama artistico e culturale racchiusi in magliette, felpe, tazze, e tanti altri prodotti. La commedia e così la Supercazzola nascono entrambi da una leggera e anche cinica e grottesca voglia di divertimento.

Lo stesso divertimento che rivive nel sito web che verrà masso online oggi, che vuole diventare un faro per tutti coloro che hanno “voglia di ridere e di divertirsi e il gusto difficile di non prendersi mai sul serio”.

Al suo interno si trova anche una sezione interamente dedicata alle mascherine della Supercazzola®: un accessorio trendy con cui dovremo convivere ancora per i prossimi mesi e che i guru della moda ci spiegano, devono rispecchiare il nostro stato d’animo. Ed allora dopo le magliette, le felpe ed altri accessori a marchio Supercazzola® arrivano anche delle mascherine molto divertenti che portano con sé l’ironia e l’irriverenza tipicamente toscana dei cinque amici della famosa commedia (diventata poi un cult) con i vari Mascetti, Perozzi, Melandri, Necchi e Sassaroli, trasformando famose frasi e citazioni (e.g. “come se fosse antani”) in loghi vivaci e frizzanti.

Perché ok proteggerci ma almeno indossiamo qualcosa di carino da vedere e che ci appartenga veramente: colorate, fashion, griffate, scherzose l’importante è proteggersi con qualcosa che ci dia anche energia.

Le mascherine della Supercazzola® sono realizzate in due strati di tessuto non tessuto 70g/mq interno e policotone esterno, con elastici morbidi per vestibilità dietro orecchie, 100% Made In Italy, lavabile in lavatrice a 30°, conforme all’art.16 DL n.18 del 17 marzo 2020 e progettata per le principali esigenze sociali di questa fase.

E siccome anche l'occhio vuole la sua parte, è possibile visitare il sito su www.supercazzola.it

Redazione Nove da Firenze