Lavori in FiPiLi: si prospettano pesanti effetti sulla mobilità

Cantieri FiPiLi, adeguamento e messa in sicurezza

Stella (FI): "Seconda estate in coda sotto il sole. Folle la decisione della Regione Toscana dopo i disagi dello scorso anno"


Firenze, 4 giugno 2020- Fino alla mezzanotte del 26 luglio sono state istituite alcune misure. In particolare si tratta della deviazione del traffico sulla carreggiata in direzione Mare a due corsie, della restrizione della corsia di marcia in direzione Mare al km 16+400 con il conseguente spostamento del traffico veicolare sulla corsia di sorpasso sempre in direzione Mare, della restrizione della corsia di sorpasso in direzione Firenze al km 17+700. In più è previsto l’utilizzo del punto di scambio di carreggiata al km 17+550, oltre all'utilizzo del punto di rientro in carreggiata al km 17+150 per il flusso transitante in direzione Firenze, secondo quanto rende noto la Regione.

"Per la seconda estate consecutiva, gli automobilisti che devono percorrere la SGC Firenze-Pisa-Livorno saranno costretti ad estenuanti code sotto il sole. La Città Metropolitana di Firenze, su richiesta della Regione Toscana, ha programmato interventi sulla Fi-Pi-Li fino a fine luglio, che poi verranno quasi certamente prolungati ad agosto. Ci chiediamo che senso della realtà abbiano i nostri amministratori, che programmano lavori e cantieri, con restringimenti di carreggiata, nel periodo estivo, nonostante i disagi che i lavori avevano causato la scorsa estate". Lo afferma il vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella (Forza Italia). "Come lo scorso anno, riteniamo che sia stato commesso un errore - attacca Stella -. Il traffico sarà al collasso, le code diventeranno interminabili. Siamo convinti che iniziare i lavori su una strada tra le più utilizzate d'Italia proprio nel periodo estivo, quando viene percorsa da decine di migliaia di persone che vanno al mare lungo la costa livornese e pisana, sia una decisione totalmente irrazionale e controproducente. E' stato un errore l'anno passato, è un errore quest'anno. Noi continuiamo a chiedere alla Regione Toscana di interrompere i cantieri sulla Fi-Pi-Li e di farli ricominciare a settembre. Però, se questo non dovesse avvenire, pretendiamo che i lavori si svolgano su più turni, 24 ore su 24, in modo da ridurre i tempi e quindi i disagi per gli utenti".

Redazione Nove da Firenze