La Romola, una frazione da valorizzare

Il Comune di San Casciano ha deciso una serie di interventi di restyling. Sarà restaurata anche l'ex scuola steineriana attraverso un percorso condiviso con i cittadini


Un centro storico pregiato e molto amato dai residenti, quello della Romola, su cui il Comune di San Casciano vuole investire avendo in questi mesi già condiviso le proposte progettuali con i romolini. I progetti sui quali la giunta Ciappi è al lavoro partono dalla riqualificazione di piazza IV Novembre con la creazione di un’area pedonale ed uno spazio destinato alle funzioni di aggregazione. “Immaginiamo di rendere questo spazio a misura di pedone, almeno in parte – dichiara il sindaco Roberto Ciappi - e accentuare le sue funzioni di spazio di socializzazione e relazioni”. Toccherà poi al restyling di piazza Peschi.

“L’intervento mira ad attuare una risistemazione completa di una delle aree più fruite e transitate della frazione de La Romola, il centro urbano più a nord di San Casciano – continua l’assessore ai Lavori pubblici Niccolò Landi – con il rifacimento del manto stradale e dei sottoservizi e la sostituzione delle alberature”. Sono una cinquantina i romolini che vivono nelle due piazze e in via della Chiesa, appena riasfaltata. Altra opera di rilievo, la cui progettazione è in fase avanzata, è l’ampliamento del cimitero della Romola. Gli investimenti superano i 200mila euro complessivi.

Le opportunità culturali della frazione si potranno esprimere anche attraverso la valorizzazione sociale e culturale di una struttura pubblica situata nella frazione La Romola, l'edificio ha ospitato per diversi anni una scuola steineriana poi trasferitasi nel fiorentino, l'immobile ha bisogno di essere ristrutturato e si presta a diversi utilizzi, il suo futuro sarà condiviso con i romolini.

Redazione Nove da Firenze