La Juventus affonda la Fiorentina grazie a due rigori dubbi

La squadra viola tiene bene il campo e mette paura alla Juventus, Sul finire del primo tempo rompe l'equilibrio un rigore generosamente concesso dall'arbitro Pasqua che si ripete nella ripresa con un altro penalty. Buon esordio di Igor; Ennesima partita confusa di Pezzella. Commisso infuriato.


La Juventus è una squadra forte, sicuramente più forte della Fiorentina, ma non si capisce la necessità dei frequenti aiuti che questa squadra riceve spesso dagli arbitri. Se ,come affermava Ennio Flaiano, gli italiani sono sempre pronti a soccorrere il vincitore, questo avviene spesso nel campionato di calcio, dove sembra essere obbligatoria e ineluttabile la vittoria della Juventus.

Media, arbitri e interessi finanziari spingono per la vittoria di una squadra ricca e tecnicamente forte che non avrebbe bisogno di aiuti più o meno espliciti.

Oggi a Torino è andato in scena uno spettacolo già visto. Proteste fasulle dei bianconeri, simulazioni, in un crescendo che ha avuto il suo culmine, alla fine di un primo tempo di marca viola, nel rigore concesso per un presunto tocco di mano di Pezzella in area.

La Fiorentina aveva condotto un buon primo tempo. Compattezza in difesa e velocità nelle ripartenze. La squadra di Iachini,che è costretto a far fronte alle numerose assenze schiera Ghezzal mezzala sinistra e fa esordire il neo-acquisto Igor. I viola appaiono decisi e volitivi. Creano al settimo la prima occasione con Pulgar che chiama Szczesny a un buon intervento.

La Juventus non riesce a fare gioco e a penetrare nell'attenta difesa viola dove Igor chiude con sicurezza su Higuain e compagni. La Fiorentina ha le migliori occasioni per passare in vantaggio Tra il 21' e il 23'. Pulgar mette in mezzo:Chiesa devia in porta di tacco ma Szczesny devia miracolosamente . Un minuto dopo ci prova Lirola con un tiro da fuori che trova di nuovo il portiere bianconero pronto e reattivo. La Juventus non fa molto a parte un tiro di Betancourt respinto agevolmente da Dragowski. La gara si avvia verso la fine del tempo su un risultato di parità che penalizza i viola , quando arriva ,dopo una serie di proteste bianconere per falli inesistenti, l'episodio che cambia l'andamento della gara, E' il 38' :un tiro di Pjanic colpisce una mano di Pezzella e l'arbitro coadiuvato dal Var concede un rigore molto dubbio che Cristiano Ronaldo trasforma. Si va al riposo con l'immeritato vantaggio bianconero.

In avvio di ripresa, la Fiorentina cerca di alzare il baricentro . La Juventus preme ma la Fiorentina contrattacca , I viola battono un paio di angoli. Chiesa ha un buon pallone in area ma tira alto. Al quindicesimo per dare più incisività alla squadra Iachini toglie Ghezzal e schiera Vlahovic che crea subito una buona occasione per Benassi che con un gran tiro da fuori area sfiora il palo . In contropiede ci prova la Juventus con un gran lancio di Douglas Costa per Higuain ma Dragowski è bravissimo a respingere. Anche Sarri fa un cambio :toglie Higuain e schiera Dybala. La Fiorentina cerca il pari ma la Juve la contiene. Alla mezzora una punizione di Pulgar non ha buon esito. I viola sono sempre in partita fino al 32' quando un altro rigore dubbio chiude la gara. Betancourt entra in area, Ceccherini lo contrasta con il braccio e lo fa cadere. L'arbitro Pasqua si convince che è rigore e Ronaldo porta i bianconeri sul due a zero: La partita è chiusa ma arriva anche,nel recupero, il terzo goal bianconero con De Ligt che su calcio d'angolo svetta di testa e batte Dragowski, E' un risultato pesante e ingiusto per la Fiorentina che è stata sempre in partita e che fino al secondo rigore juventino sembrava in grado di poter trovare il pari. Purtroppo dalla Juventus stadium è difficile uscire imbattuti, anche grazie ai soliti aiuti che premiano i padroni di casa.

Nel dopo gara le parole di Beppe Iachini a Sky: “Dispiace perché non abbiamo concesso praticamente nulla alla Juventus. La squadra è stata attenta e organizzata. Per noi era la terza partita in una settimana ma siamo comunque venuti qua a giocarcela e abbiamo creato anche occasioni per segnare. Siamo sempre rimasti in partita. Purtroppo degli episodi particolari hanno indirizzato la gara. Purtroppo nel calcio ci sono questi episodi e ci dispiace tanto per i ragazzi perché stanno facendo prestazioni importanti.” E a proposito dei rigori dubbi:” Sul primo episodio è impossibile evitare una palla. Il secondo a mio avviso poteva non starci. Ma commentare ormai non serve perché ormai la partita è andata così.”

Dopo la partita Rocco Commisso si sfoga ai microfoni di Sky “Il primo rigore ci poteva stare ma il secondo proprio no. Non si può andare avanti proprio così. Il calcio italiano delude in tutto il mondo. Non è successo solo con la Juventus. Non è giusto che il calcio italiano si comprometta così nel mondo. I miei ragazzi sono tutti scoraggiati per quanto successo. Non si può andare avanti così con le partite decise dagli arbitraggi. La Juventus è una squadra forte. Oggi la partita è stata decisa dagli arbitri”.

Juventus-Fiorentina 3-0

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Rabiot (42' st Matuidi), Pjanic, Bentancur; Douglas Costa (38' st Bernardeschi), Higuain (22' st Dybala), Cristiano Ronaldo. All. Sarri.

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Ceccherini, Pezzella, Igor; Lirola (43' st Agudelo), Benassi, Pulgar, Ghezzal (15' st Vlahovic), Dalbert: Chiesa, Cutrone (28' st Sottil). All. Iachini.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Marcatori: 40' pt e 35' st Cristiano Ronaldo (rig.), 45' st De Ligt.

Note: ammoniti Chiesa, Bonucci, Pezzella, Ghezzal, Ceccherini.

Alessandro Lazzeri