La Fiorentina vince in rimonta col Sassuolo

Viola in sofferenza nel primo tempo. Subiscono il vantaggio emiliano ma cambiano passo nella ripresa e trovano la vittoria. Castrovilli decisivo: segna il goal del pareggio e fornisce l'assist per la rete di Milenkovic.


Importante vittoria dei viola contro il Sassuolo.Per la classifica e per l'autostima di una squadra che aveva subito l'ingiusta sconfitta contro la Lazio, E' stata una partita strana con una Fiorentina double face. Dopo un primo tempo mediocre e giocato a ritmi lenti, i viola hanno, per così dire cambiato passo e raggiunto una vittoria imprevedibile dopo aver chiuso in svantaggio la prima frazione di gioco.

Montella, nonostante le assenze per infortunio e per squalifiche, non cambia modulo. Schiera Venuti per Caceres, Sottil per Lirola, Benassi per Badelj e Boateng per Ribery. La Fiorentina parte forte e al quarto minuto va vicina al vantaggio, quando su cross di Dalbert, Boateng colpisce il palo. Dopo un inizio difficile, il Sassuolo prende subito le misure e inizia a fare la partita. I viola sono lenti nella manovra e soffrono la dinamicità degli emiliani che sono particolarmente efficaci sul lato destro della difesa della Fiorentina, dove Sottil e Milenkovic hanno difficoltà a contenere le incursioni dell'ivoriano Boga. Ed è proprio Boga a portare in vantaggio il Sassuolo con un'azione devastante in ripartenza che gli consente, dopo aver saltato agevolmente Milenkovic e Pulgar, di battere Dragowski. La Fiorentina vorrebbe reagire, ma la manovra è lenta e prevedibile. In attacco i viola non riescono a essere incisivi. Il Sassuolo gestisce la gara e si affida a veloci ripartenze. Prima della fine del tempo sul fronte viola si segnalano solo un tiro cross di Boateng e un goal di Benassi, annullato per un fuorigioco di Pulgar.

Nel secondo tempo, dopo un quarto d'ora di non gioco, la gara subisce un cambiamento quando Montella decide di cambiare schema. Schiera Ghezzal per Sottil e passa finalmente al 4-3-3-,

E gli effetti del cambiamento si vedono dopo due minuti quando Castrovilli, su assist di Venuti, di testa batte Consigli. La Fiorentina cresce, trova maggior profondità di gioco e riesce a essere più incisiva. Al 30' Montella decide di togliere il falso” nueve” Boateng, scarsamente efficace, per schierare una vera punta: Vlahovic, Si sentono cori razzisti per Duncan e l’arbitro chiede l’annuncio dello speaker. Dopo tre minuti d'interruzione si riprende a giocare. Il Sassuolo cala notevolmente, la Fiorentina appare vogliosa di trovare la vittoria. Vlahovic entra bene in partita e mette in difficoltà la difesa emiliana. Il Sassuolo si difende con ordine ma al 37' subisce il goal viola. Segna Milenkovic con un  tiro di sinistro  su perfetto assist di Castrovilli. Mancano adesso otto minuti alla fine. Montella schiera Badelj al posto di Benassi. Il Sassuolo cerca il pareggio e Marlon fallisce il goal , quando su passaggio di Duncan è a un metro dalla porta, ma tira incredibilmente fuori . Si giocano sei minuti di recupero. La Fiorentina potrebbe segnare ancora con Chiesa che da buona posizione fallisce il bersaglio. Nell'ultimo minuto di recupero Boga impegna Dragowski con un bel tiro. La gara finisce qui. I mille tifosi viola festeggiano mentre in tribuna Rocco Commisso , che vede per la prima volta dal vivo vincere la Fiorentina, salta di gioia

Nel dopo gara Montella ha dichiarato a Sky:

“Questa squadra sta dando delle risposte importanti sul lato temperamentale. Oggi era importante questo di là dal risultato. Credo sia stata una vittoria meritata alla lunga. La squadra è cresciuta pian piano fisicamente, rispetto a quello che avevo detto domenica scorsa: la differenza la fanno spesso anche le qualità fisiche e tecniche, che poi arrivano alla testa dei giocatori. Il Sassuolo aveva due giorni di riposo su cinque e la squadra ha finito bene. Questo significa che quando c’è convinzione la stanchezza non si sente. I tifosi nonostante la sconfitta interna ci sono stati vicini ed erano tantissimi. Credono in questa squadra e in questa società e ne sono orgoglioso: questo non va disperso ma ava sempre alimentato. Sono contentissimo per il Presidente: questa vittoria la dedichiamo a lui perché era la prima alla quale era presente. Stava soffrendo per questo perché ogni volta che veniva, succedeva qualche situazione strana e lui ha sofferto”.

Sassuolo-Fiorentina 1-2

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Marlon, Romagna, Peluso; Duncan (82' Traorè), Magnanelli, Djuricic (56' Obiang); Berardi, Caputo (69' Defrel), Boga. Allenatore: De Zerbi.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Venuti; Sottil (61' Ghezzal), Castrovilli, Pulgar, Benassi (87' Badelj), Dalbert; Boateng (75' Vlahovic), Chiesa. Allenatore: Russo.

Arbitro: Mariani di Roma.

Marcatori: 24' Boga, 63' Castrovilli, 81' Milenkovic.

Note - Ammoniti: Venuti, Caputo, Pezzella, Djuricic, Berardi, Dalbert e Castrovill

Alessandro Lazzeri